Cronaca

Discussione politica sfociata in aggressione, 70enne condannato a tre anni

Pantaleo Vito Manno, si sarebbe recato, dopo un'accesso dibattito politico, a casa di un amico per picchiarlo, procurandoli così ferite con una prognosi di 40 giorni. L'uomo era accusato di ingiurie, minacce e lesioni aggravate

Il Tribunale di Lecce

CAVALLINO – La passione politica si sa, non solo non ha età ma può fare brutti scherzi, fino a degenerare in scontro fisico. Come nel caso di due 70enni che si cimentarono, nella piazza di Cavallino, in un acceso dibattito sull’ex premier Silvio Berlusconi, con tanto di insulti e accuse reciproche. Quella che sembrava una discussione come tante, almeno apparentemente, ebbe però uno sviluppo dal profilo penale. Pantaleo Vito Manno, 70enne del posto, si sarebbe recato, il giorno dopo, a casa di un amico per picchiarlo, procurandoli così ferite con una prognosi di 40 giorni. Tra i due sarebbe nata una vera scazzottata. Il 70enne è stato condannato a 3 anni di carcere con l’accusa di ingiurie, minacce e lesioni aggravate. I fatti risalgono al 29 maggio del 2006, in occasione delle elezioni. L'imputato era assistito dall'avvocato Francesco De Giorgi. La parte offesa, che si è costituita parte civile, dall'avvocato Luigi Rella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discussione politica sfociata in aggressione, 70enne condannato a tre anni

LeccePrima è in caricamento