Arriva in ospedale con tagli su tutto il corpo: un 32enne aggredito a Torre dell'Orso

E' accaduto questa mattina, quando un cittadino di origini senegalesi è giunto presso il pronto soccorso del "Vito Fazzi" con ferite su tutto il volto, provocate da una bottiglia

L'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce

LECCE – Giunge in ospedale con diversi tagli sul corpo. Un uomo 32enne di origini senegalesi, intorno alle 8 di questa mattina, è stato infatti accompagnato presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, con lesioni provocate con ogni probabilità da una bottiglia. Il volto sfregiato da numerosi fendenti, è stato medicato immediatamente, poi l’interrogatorio da parte dei carabinieri della compagnia leccese.

Il ferimento sarebbe accaduto nell’ambito di una rissa a Torre dell’Orso, nella quale sono coinvolti altri suoi connazionali. L’uomo, residente a Milano, è fuori pericolo. Al termine degli accertamenti medici, infatti, per confermare che durante la colluttazione non vi fossero anche lesioni agli organi interni, l'uomo è stato condotto nel reparto di Chirurgia plastica.  I medici lo hanno medicato, e poi dimesso, giudicandolo guaribile nel giro di una quindicina di giorni. Nel corso della giornata, il ferito sarà ascoltato dai militari dell'Arma della stazione di Melendugno, nelle cui mani sono ora le indagini sull'episodio. Sono stati proprio loro i primi a raggiungere il luogo della rissa segnalata dai passanti, questa mattina. Da una prima ricostruzione, sembrerebbe che un individuo, coinvolto nell'episodio, si sia dileguato alla vista dei carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non è escluso, però, che a breve potrà essere rintracciato e accompagnato in caserma. Quella della spartizione dei posti per la vendita ambulante di oggetti nella marina adriatica, avanzata in un primo momento, sembra via via perdere consistenza: i coinvolti, infatti, sarebbero stati tutti in preda ai fumi alcolici dopo la nottata brava. Un aspetto ancora in fase di accertamento definitivo, ma che risulta attendibile stando alle testimonianze raccolte dagli investigatori dell'Arma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento