Agguato al bar, lo aspettano e gli sparano. Ferito 32enne

Il fatto si è verificato intorno alle 14.15. La vittima trasportata presso l'ospedale di Copertino, dove i medici hanno effettuato un intervento chirurgico d'urgenza. L'uomo è stato colpito all'addome. Mistero sul movente

Il luogo dell'agguato (Foto Antonio Quarta)

COPERTINO – Sparatoria in pieno giorno dinanzi a un bar di Copertino, in via Amendola, a pochi metri dalla centralissima piazza Castello. Lì, intorno alle 14.15, Luigi Margari, 32enne, di Copertino, è rimasto ferito da alcuni colpi di pistola (almeno quattro) esplosi da un uomo che è poi fuggito facendo perdere le proprie tracce. Il 32enne, già noto alle forze dell'ordine, è giuntoa bordo di una Smart di colore azzurro nei pressi del bar Road 46, vicino al monumento intitolato alle vittime della strada. A questo punto sembra che la vittima abbia iniziato una violenta discussione con un'altra persona. La lite sarebbe presto degenerata, tanto che l'aggressore, estratta una pistola a tamburo, avrebbe scaricato numerosi colpi contro Margari che, raggiunto da un proiettile all’addome e ai genitali, avrebbe cercato di rifugiarsi all'interno della sua autovettura. Poi, per sfuggire alla furia dell'uomo che lo ha affrontato, avrebbe cercato di fuggire dal lato del passeggero, accasciandosi al suolo in un lago di sangue.

Dopo il ferimento il 32enne, è stato trasportato, a bordo della sua auto, da un’altra persona, all’ospedale di Copertino, dove i medici hanno dovuto effettuare un intervento chirurgico d’urgenza. Un intervento lungo e delicato, anche se al momento non è in pericolo di vita.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Gallipoli, coordinati dal capitano Stefano Tosi, e gli esperti della scientifica che, dopo aver delimitato la zona dell'agguato, hanno eseguito tutti i rilievi e raccolto gli elementi utili alle indagini. Al vaglio degli inquirenti anche le immagini delle numerose telecamere di videosorveglianza presenti nella zona, da cui potrebbero scaturire elementi utili a identificare gli autori dell'agguato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento