menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agibilità al cimitero senza accertare i requisiti, nuova tegola sul Comune

A Tiggiano due funzionari locali denunciati alla Procura dai carabinieri. E' la seconda volta che il camposanto è al centro

TIGGIANO – Nuova tegola sul Comune di Tiggiano e con protagonista sempre il cimitero. I carabinieri dell’aliquota operativa del Norm della compagnia di Tricase, infatti, sono tornati a bussare alle porte del Municipio, per denunciare due funzionari di 63 e 66 anni con l’accusa di falsità materiale commessa da pubblici ufficiali in atti pubblici in concorso.

Stando alle indagini dei militari, i due avrebbero prodotto atti pubblici attestando fatti e circostanze non veritiere o, comunque, non verificate, rilasciando certificati di agibilità relativi al cimitero locale. In tutto ciò, non sarebbero stati accertati realmente i requisiti igienico-sanitari.

Gli atti sono stati poi inoltrati all’ufficio competente dell’Asl (Dipartimento di prevenzione - Servizio igiene e sanità pubblica), celando gravi carenze e, secondo i carabinieri, cercando di eludere eventuali controlli.

La vicenda s’insinua nel solco di una recente altra indagine, per la quale è già indagato il responsabile tecnico comunale per abuso d’ufficio continuato. Avrebbe, cioè, affidato in modo illecito l’esecuzione dei servizi cimiteriali presso il camposanto locale a una ditta di onoranze funebri che non avrebbe i requisiti di legge.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento