Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Agricoltore schiacciato dal trattore, esame sul corpo per decidere sull'autopsia

Sarà eseguito nelle prossime ore, dal medico legale Roberto Vaglio, l'esame esterno sul corpo di Domenico Farì, 64enne, melendugnese, deceduto due giorni fa in un incidente avvenuto nelle campagne in una zona alla periferia di Melendugno. Bisogna comprendere se sia stato colto da un malore

LECCE – Sarà eseguito nelle prossime ore, dal medico legale Roberto Vaglio, l’esame esterno sul corpo di Domenico Farì, 64enne, melendugnese, deceduto due giorni fa in un incidente avvenuto nelle campagne in una zona alla periferia di Melendugno, in contrada “Tre Scorpi”. L’uomo stava eseguendo alcuni lavori di potatura a bordo di un trattore quando, per cause ancora in fase di accertamento, il mezzo si è letteralmente rovesciato.

L’agricoltore è così morto a causa delle lesioni riportate, schiacciato proprio sotto il peso quel trattore. I soccorritori, chiamati da altre persone presenti in quel momento e giunti a bordo di un’ambulanza del 118, non hanno potuto fare null’altro che constatare il decesso dell’uomo, avvenuta sul colpo. Impossibile salvarlo e difficile anche estrarlo da sotto il mezzo. Il corpo è rimasto incastrato per almeno tre ore. Per liberare il cadavere sono intervenuti i vigili del fuoco, con nove uomini e tre automezzi, tra cui, il funzionario di servizio. Le operazioni sono state rese ancor più complicate dalle condizioni del terreno, bagnato per recenti le piogge. Un elemento, quest'ultimo, che potrebbe essere fra le principali cause del ribaltamento.

In base a quanto emerso dall’accertamento, disposto dal pubblico ministero Emilio Arnesano, si deciderà se procedere a un’eventuale autopsia per sciogliere dubbi legati al decesso, e capire se il 64enne abbia accusato un malore.

Al lavoro, per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente, gli agenti di polizia locale coordinati dal comandante Antonio Nahi, e gli uomini dello Spesal (acronimo di Servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro, un settore del dipartimento di prevenzione delle Asl), che in casi come questi svolgono a tutti gli effetti funzioni di ufficiale di polizia giudiziaria e conducono le indagini relative agli infortuni sul lavoro.

Domenico Farì lavorava da tempo per conto di un’azienda agricola, “Masseria Epifani”, di cui era una sorta di factotum. Sposato, ha lasciato moglie e tre figli. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltore schiacciato dal trattore, esame sul corpo per decidere sull'autopsia

LeccePrima è in caricamento