Ai domicliari dopo il blitz “Vele”, colto a spacciare a un cliente nascosto sotto il letto

Un 30enne, nei guai per droga dopo l’operazione dello scorso 8 gennaio, finisce ora in carcere. In casa anche sostanza da taglio e bilancino, oltre all’acquirente nascosto

Foto di repertorio.

LECCE – Finito agli arresti domiciliari, a seguito dell’operazione “Vele” della Polizia di Stato, viene sopreso a spacciare a un acquirente nascosto sotto al letto: per lui si aprono le porte del carcere. Nuovi guai per Luca Pacentrilli, il 30enne leccese e domiciliato a Giorgilorio, la frazione di Surbo, arrestato nel blitz dello scorso 8 gennaio, eseguito dagli investigatori della squadra mobile del capoluogo salentino e sfociato nell'arresto di 16 individui, per spaccio di cocaina, eroina ed hashish. Nei giorni scorsi, infatti, gli agenti della sezione volanti hanno effettuato un controllo presso la sua abitazione, dove sta scontando la misura restrittiva.

Il 30enne ha risposto al citofono solo dopo numerosi tentativi da parte dei poliziotti. Alla rchiesta di chiarimenti su quello strano comportamento, ha risposto dicendo che il campanello aveva dei problemi. E, sempre a suo dire, anche il sistema di apertura della porta era guasto. Insospettiti, anche perché gli agenti hanno subito verificato che il citofono era perfettamente funzionante, è scattata una perquisizione in casa.

5_PACENTRILLI_Luca-2Nascosto sotto il letto, un giovane che aveva appena acquistato tre involucri di hashish per un peso complessivo di circa tre grammi. Mentre nell’armadio, sempre della stessa stanza, un bilancino di precisione e due pezzi di sostanza da taglio, mannite, per un peso complessivo di circa 16 grammi. Visti i riscontri, daglii arresti domiciliari è passato alla custodia cautelare in carcere. Al termine delle formalità di rito, l’uomo è stato trasferito presso l’istituto penitenziario di Borgo San Nicola. L'uomo è difeso dall'avvocato Benedetto Scippa del Foro di Lecce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento