Ai domiciliari per 76 grammi di marijuana: torna in libertà il parrucchiere di Scorrano

Revocata la misura cautelare nei riguardi di Marco Vincenti, arrestato lunedì scorso, dopo la perquisizione svolta dai carabinieri in casa e sul luogo di lavoro

SCORRANO - E’ tornato in libertà Marco Vincenti, il parrucchiere 28enne di Scorrano arrestato lunedì scorso, dopo che i carabinieri della stazione locale, nel corso di un servizio mirato, l’avevano fermato mentre si trovava con la fidanzata, procedendo a una perquisizione all’esito della quale era spuntata la droga.

 Al termine del controllo che aveva riguardato non solo l’abitazione, ma anche il luogo di lavoro, nelle mani dei militari erano finiti 76 grammi di marijuana divisa in più involucri, una pianta di cannabis indica in stato di vegetazione, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. Vincenti era così finito ai domiciliari, mentre la donna che aveva con sé poco più di 1 grammo di marijuana, era stata segnalata alla prefettura per uso personale di sostanze stupefacenti.

La misura cautelare è stata revocata ieri al termine dell’interrogatorio di convalida che si è tenuto con il giudice Michele Toriello e in cui l'indagato era assistito dall'avvocato Giuseppe Presicce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • La coperta prende fuoco, anziano muore per ustioni: è il padre del segretario nazionale del Sap

Torna su
LeccePrima è in caricamento