menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ai domiciliari per sfruttamento della prostituzione, ritorna in carcere

I carabinieri della stazione di Muro Leccese hanno dato esecuzione al provvedimento per cui viene ripristinata la misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di Ermir Bejko, 29enne di origini albanesi. Ha violato le prescrizioni. I fatti per cui è incriminato a Milano e lodi

MURO LECCESE – I carabinieri della stazione di Muro Leccese hanno dato esecuzione al provvedimento per cui viene ripristinata la misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di Ermir Bejko, 29enne di origini albanesi.

L’uomo era già sottoposto agli arresti domiciliari per favoreggiamento e o sfruttamento della prostituzione, fatti commessi tra Milano e la provincia di Lodi, tra maggio e giugno dello scorso anno.

BEJKO Ermir-2Il provvedimento d’inasprimento della misura è stato emesso dalla sezione del gip del Tribunale di Milano che hanno esaminato i risultati dei controlli effettuati dai carabinieri di Muro Leccese. Questi hanno documentato in maniera oggettiva la violazione delle prescrizioni imposte dalla misura cautelare domiciliare.

Per tale motivo, è stato emesso il provvedimento di ripristino della misura, delegando per l’esecuzione i militari di Muro Leccese. L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso la casa circondariale di Lecce a disposizione dell’autorità giudiziaria milanese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento