rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Cronaca Lequile

Al buio sulla statale 101, centrato da un suv. Ciclista muore nella notte in ospedale

L’incidente si è verificato poco prima delle 20 all’altezza dello svincolo per Lequile. Ferito gravemente al capo un giovane albanese sbalzato dalla bici. Trasportato in codice rosso al Fazzi è spirato alle 3 di notte. Sul posto 118 e rilievi della Polstrada

LECCE - Un sabato sera che si chiude con l’ennesimo e tragico incidente stradale e con le sirene dell’ambulanza del 118 che hanno accompagnato la corsa disperata verso l’ospedale “Vito Fazzi” dove l’uomo investito è stato ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione. Le sue condizioni sono apparse da subito gravissime. E nella notte purtroppo, nonostante i tentativi disperati dei medici di strapparlo alla morte, l’uomo non ce l’ha fatta.

Si tratta di un giovane ciclista di nazionalità albanese (inizialmente non identificato perché non aveva addosso alcun documento di riconoscimento), Ndricim Sollaku, avrebbe compiuto 43 anni ad inizio febbraio e viveva a Lequile.

L’uomo, poco prima delle 20, è stato travolto mentre in sella alla sua bicicletta stava percorrendo un tratto della  statale 101, la Lecce-Gallipoli, sulla corsia in direzione del capoluogo.  

Sul quel tratto dell’arteria stradale, per lo più al buio, secondo le norme del codice della strada, non ci sarebbe nemmeno dovuto essere. Invece proprio mentre si trovava all’altezza della curva in prossimità dello svincolo per Lequile-Dragoni, il ciclista è stato colpito da un’auto in transito, una Hyunday ix35, condotta da un 40enne residente a Surbo. 

Un impatto violento che ha letteralmente disarcionato l’uomo dalla bici facendolo sbattere violentemente sull’asfalto con gravissime ferite e lesioni riportate al capo.

Il suv ha colpito con la fiancata anteriore destra il mezzo a due ruote, e quest’ultimo nell’improvviso, quanto cruento impatto, si è accartocciato e spezzato in due. Il conducente dell’auto sembra non essersi accorto del’improvvisa presenza della bicicletta, complice anche l’oscurità.          

IMG-20220115-WA0051-2 

Lo stesso investitore e gli automobilisti, che si trovavano in quel frangente in transito, si sono adoperati per segnalare l’incidente e per cercare di mettere in sicurezza il ferito dopo aver allertato subito i soccorsi.

Sul posto è giunta l’ambulanza del 118 che ha trasportato lo sfortunato ciclista, in codice rosso, presso il vicino ospedale, il “Vito Fazzi” di Lecce. Lì è purtroppo spirato intono alle 3 di notte. Per i rilievi e per garantire la sicurezza alla circolazione in quel tratto della statale, molto pericoloso, sono sopraggiunte tre pattuglie della polizia stradale di Lecce.

Agli agenti il compito della ricostruzione della dinamica del sinistro e il compito di risalire all’identità del cittadino extracomunitario, che era privo di documenti, e con sé aveva solo un cellulare.

Gli approfondimenti successivi hanno portato all’identificazione del 42enne albanese. I due mezzi coinvolti nell’incidente sono stati posti sotto sequestro e come da prassi la procura ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di omicidio stradale. Gli esiti dei test alcolemici e tossicologici hanno dato esito negativo.          

La zona è stata raggiunta anche dal personale dell’Anas e il traffico è stato fatto deviare sino al termine dei rilievi e della messa in sicurezza della strada teatro dell’ennesimo sinistro con conseguenze purtroppo letali. 

IMG-20220115-WA0055-2                       

               

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al buio sulla statale 101, centrato da un suv. Ciclista muore nella notte in ospedale

LeccePrima è in caricamento