Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Al cinema con gli occhiali in 3D: ma sono affidabili?

Se lo chiede Adoc di Lecce e Brindisi, l'Associazione per la difesa dei consumatori, che pone il problema ai carabinieri dei Nas dopo le lamentele dei cittadini sulla qualità delle lenti e l'igiene

Al cinema con gli occhiali in 3D: ma sono sicuri? Se lo chiede Adoc di Lecce e Brindisi, l'Associazione per la difesa e l'orientamento dei consumatori, che scrive ai carabinieri dei Nas per segnalare se "gli occhiali forniti dai gestori della sale cinematografiche per assistere alle pellicole tridimensionali non risulterebbero conformi agli standard europei sia dal punto di vista sanitario che dal punto di vista igienico".

"Diversi sono, infatti, coloro i quali lamentano, al termine della visione - si legge in una nota - piccoli malesseri ed affaticamenti della vista per non parlare poi dell'aspetto igienico visto che gli stessi occhiali sono utilizzati da diversi spettatori senza che ci sia un preventivo trattamento di sterilizzazione. Allo scopo è distribuita una salviette umidificata che non sappiamo fino a che punto abbia efficacia".

Adoc segnala pertanto la questione alle autorità di controllo dopo avere ricevuto lamentele da parte dei cittadini che in questi giorni assistono alle proiezioni dei film nelle sale cinematografiche delle rispettive province e si chiede "se gli occhiali messi a disposizione sono a norma e se le procedure adottate garantiscano i criteri minimi di igiene".

L'associazione ricorda inoltre che per quanto riguarda gli aspetti igienico-sanitari, legati all'eventuale riutilizzo di occhiali 3D, il Ministero ha ritenuto indispensabile uno specifico protocollo di pulizia e di disinfezione al fine di evitare che gli occhiali possano diventare veicolo di infezioni dell'occhio e della cute e di infestazioni del capo (in particolare pediculosi).


La situazione - riportava inoltre la nota - continua ad essere monitorata dal Ministero della salute e dai Nas che hanno già effettuato oltre 7mila sequestri di occhiali 3D che presentavano etichettature irregolari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al cinema con gli occhiali in 3D: ma sono affidabili?

LeccePrima è in caricamento