Cronaca

Al "Fazzi" terza donazione di organi in un mese. E il Salento fa scuola

Nobile gesto della famiglia di un 44enne. E dati particolari per l'Asl di Lecce: l'opposizione al prelievo fra i più bassi in Italia

LECCE - Un'altra donazione d'organi, per il terzo prelievo in un solo mese, quello di maggio, effettuato nell’ospedale “Vito Fazzi”. E fanno ben otto nell’Asl Lecce dall’inizio del 2017. Un trend molto particolare che sta facendo del Salento la terra della cultura della solidarietà, tanto da collocarsi ai vertici in Italia.

Questa volta, il nobile gesto che permetterà ad altre vite di coltivare nuove speranze, arriva dai familiari di un uomo di 44 anni. Purtroppo, è deceduto per le conseguenze irreparabili di un danno neurologico. 

Conclusa l'osservazione di morte cerebrale, è così iniziato l’iter, che prevede il prelievo di fegato, reti e cornee. In nottata le equipe chirurgiche porteranno a termine un lavoro in sala operatoria che, come sempre, è molto impegnativo. Il fegato prenderà la via di Bari, le cornee andranno alla Banca degli occhi di Mestre e i reni viaggeranno verso la destinazione che sarà nel frattempo individuata.

“Sta accadendo qualcosa di straordinario - commenta Silvana Melli, direttore generale dell’Asl Lecce - nel nostro Salento: l'indice di opposizione al prelievo è sceso al 16 per cento, il più basso di Puglia e uno dei più bassi d'Italia. Vuol dire che la cultura della donazione sta diventando parte integrante del comune sentire delle persone, di famiglie sensibili e altruiste come quella del 44enne scomparso oggi: a loro va il ringraziamento di tutta la Asl di Lecce e mio personale”.

Giuseppe Pulito, primario della Rianimazione del “Fazzi”, e Filippo De Rosa, coordinatore locale per i prelievi e i trapianti, confermano il trend positivo e l'importanza che, assieme alle manifestazioni di assenso da parte dei familiari, cresca in modo costante e duratura tra la popolazione la consapevolezza di partecipare ad una comune e condivisa cultura della donazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al "Fazzi" terza donazione di organi in un mese. E il Salento fa scuola

LeccePrima è in caricamento