Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Al rave party “fantasma” con cocaina e marijuana: denunciati tre giovani

Nei guai un gruppetto che alla vista delle forze dell’ordine ha lanciato dal finestrino dell’auto un involucro con la droga. L’episodio a Punta Prosciutto, nella marina di Porto Cesareo, dove avrebbe dovuto tenersi una festa notturna clandestina

PORTO CESAREO - Il rave party nel Salento è sfumato, ma tre giovani sono finiti comunque nei guai con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, perché alla vista delle forze dell’ordine hanno cercato di allontanarsi lanciando dal finestrino del mezzo, una Fiat Doblò, con il quale avevano raggiunto il luogo della festa, un involucro contenente sette grammi circa di cocaina e uno di marijuana.

Si tratta di F.M., un 24enne di Acquaviva delle Fonti, P.V., un 26enne di Triggiano, M.N., una 28enne di Triggiano, tutti residenti a Noicattaro, nel Barese.

E’ accaduto questa notte, intorno alle 2, nelle campagne di Porto Cesareo, in località Punta Prosciutto, dove avrebbe dovuto tenersi l’incontro clandestino organizzato su un social network, al quale avrebbero dovuto prendere parte in duecento.

La notizia, però, era giunta anche agli orecchi del Questore di Lecce che ha così predisposto già dal giorno prima un servizio di controllo della zona con l'impiego di pattuglie di polizia, guardia di finanza e carabinieri.

Con ogni buona probabilità è stata proprio la loro presenza a fare saltare l’appuntamento, al quale avrebbero voluto partecipare anche i tre amici. Questi però si sarebbero accorti delle pattuglie quando era troppo tardi. A nulla, infatti, sarebbe valso il loro tentativo di dileguarsi e disfarsi delle sostanze stupefacenti di cui erano in possesso: hanno spento i fari e cercato di effettuare inversione di marcia per poi gettare dal finestrino l’involucro con cocaina e marijuana.

Tutto questo non è sfuggito agli agenti del commissariato di Nardò che con i carabinieri e i finanzieri sono riusciti a fermare, identificare il gruppetto, e recuperare la droga, la cui quantità non era così rilevante da far scattare l’arresto.

Si è così proceduto alla denuncia a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Non solo. I tre sono stati sanzionati anche per non aver rispettato le disposizioni ancora vigenti per contrastare la diffusione del Covid-19.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al rave party “fantasma” con cocaina e marijuana: denunciati tre giovani

LeccePrima è in caricamento