Festa contro le mafie: “scoperto” albero della legalità sulle note della Fanfara della polizia

Una cerimonia, organizzata in occasione deli festeggiamenti in onore di Sant'Antonio, a Nociglia, ha mostrato al pubblico la scultura realizzata da un artista locale. Alla presenza di autorità civili, militari, e della Fanfara della Polizia di Stato, è stato lanciato un messaggio per sensibilizzare alla legalità

Foto di repertorio (@TM News/Infophoto)

NOCIGLIA - Un messaggio forte e delicato al tempo stesso. Un urlo collettivo, ma festaiolo, per dire no alla mafia. Come concetto. Come stile di vita. Come velo che, spesso, ricopre anche aspetti della quotidianità. E che coinvolge persone a noi vicine.

Nella serata di ieri, a Nociglia, nell’ambito dei festeggiamenti in onore di Sant’Antonio da Padova, si è svolta la cerimonia di inaugurazione de “L’albero della legalità”. La cerimonia si è svolta presso il Monumento dei caduti, per ricordare tutte le vittime della mafia.DSC_0387-3

Nel corso dell’iniziativa, è stata scoperta e mostrata al pubblico la scultura commemorativa realizzata dall’artista Gino Palma. Al termine della serata, nel Piazzale della Pace, antistante il Castello Baronale, è seguito un concerto della Fanfara della Polizia di Stato. Alla serata, oltre a tutti i componenti della giunta comunale, hanno partecipato numerose autorità civili, militari e religiose, e il questore di Lecce Antonio Maiorano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

  • Omicidio di Lecce. La criminologa: “Obiettivo dell’assassino entrambi i fidanzati”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento