Cronaca

Alcool alla guida, posti di blocco e denunce a tappeto

Polizia e carabinieri hanno pattugliato le litoranee di tutta la provincia, da Lecce a Gallipoli, passando da Otranto e Santa Cesarea. Numerosi i documenti ritirati. A Nardò sanzioni a quattro locali

Sabato notte, controlli a tappeto. E in molti finiscono nella "rete" stesa dalle forze dell'ordine. Patenti ritirate e denunce all'autorità giudiziaria per guida in stato di ebbrezza. E' anche con i posti di blocco e le verifiche sulle condizioni dei guidatori che si cerca di frenare il triste fenomeno degli incidenti, spesso dagli esiti mortali: alcool e droghe possono essere tra le cause principali di distrazioni a volte fatali. I servizi straordinari predisposti su tutta la provincia di Lecce hanno visto all'opera agenti della squadra mobile, della polizia stradale, del reparto prevenzione crimine, dei commissariati distaccati, dei carabinieri, delle polizie provinciale e municipali e di operatori della motorizzazione civile e del 118. Un vasto dispiegamento di forze lungo le strade più trafficate, le litoranee che percorrono l'intera penisola salentina, dalla marina leccese di San Cataldo, fino a Gallipoli, concentrandosi su discoteche ed altri locali ricettivi.

In totale, su 360 persone controllate e 213 veicoli, sono stati effettuati 67 test dell'etilometro, da parte della polizia, ed in sei casi i risultati sono risultati positivi. I livelli erano superiori rispetto a quanto consentito dalla legge. Non poche anche le multe per violazioni al codice della strada: ben 34. Sequestrata anche un'automobile. Sette persone sono state segnalate al prefetto per uso personale di sostanze stupefacenti. Particolari verifiche hanno riguardato Nardò e le sue marine, anche a causa dei recenti episodi di furti e aggressioni ai danni di turisti. I controlli si sono concentrati in particolare sugli esercizi pubblici, sette in tutto fra Sant'Isidoro, Porto Selvaggio, Santa Maria al Bagno, Santa Caterina e la stessa Nardò. In quattro casi sono state rilevate violazioni amministrative che hanno comportato sanzioni per i titolari.

Altro punto "caldo" è quello della litoranea che corre fra Otranto e Santa Cesarea Terme, dove hanno operato i carabinieri della compagnia di Maglie. Qui sono giunte quattro segnalazioni per uso di stupefacenti, con sequestri di modici quantitativi di hashish e cocaina, durante controlli fra Scorrano, Frassanito (Otranto) e Martano. Non sono mancate anche le denunce per guida in stato di ebbrezza ed il ritiro dei documenti, cinque in tutto: due leccesi a Poggiardo, un magliese nella zona di Melpignano, un giovane di Copertino fermato a Santa Cesarea ed un altro magliese bloccato nei pressi della sua città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alcool alla guida, posti di blocco e denunce a tappeto

LeccePrima è in caricamento