Alla deriva con il kite surf: turista tratto in salvo dai bagnini dell’ecoresort

Brutta avventura sul litorale sud di Gallipoli per un turista svizzero che nel tardo pomeriggio di domenica si era avventurato in un’uscita con l’attrezzatura velica ma è stato trascinato al largo dalla corrente

Gli assistenti bagnanti del'ecoresort Le Sirené

GALLIPOLI - La paura è stata tanta e la forza della corrente è stata talmente forte da mettere in serio rischio l’incolumità personale, ma alla fine tutto si è risolto nel migliore dei modi. Domenica scorsa infatti, intorno alle 19,30, gli assistenti bagnanti dell’ecoresort Le Sirené, sul litorale sud di Gallipoli, si sono trovati nelle condizioni di dover effettuare un salvataggio nel tratto costiero situato nella zona del parco naturale di Punta Pizzo.

L’intervento è avvenuto a circa 400 metri dalla costa e a oltre un chilometro di distanza dalla postazione degli assistenti bagnanti del lido di pertinenza della struttura alberghiera. Sono stati proprio i bagnini ad intervenire in soccorso di un turista svizzero, originario di Basilea, che durante la sua traversata pomeridiana in mare ha avuto grosse difficoltà a far rientro a riva. L’uomo, poco pratico nell’utilizzo del kite surf, era partito dal tratto della spiaggia libera che insite tra i due grandi alberghi della zona, ed è stato pericolosamente trasportato dalla corrente, quasi alla deriva, senza più riuscire a tornare in una zona sicura.

A quel punto gli assistenti bagnanti, che avevano ricevuto l’allarme lanciato dalla moglie del turista elvetico, hanno avvertito la guardia costiera di Gallipoli e, nel frattempo, si sono attivati per  raggiungere il malcapitato con l’ausilio del pattino di salvataggio.

L’operazione è stata effettuata rimanendo in contatto tanto con il personale della capitaneria di porto quanto con il bagnino di terra. Inoltre, è stato avvertito l’istruttore di vela, Francesco De Blasi, che si trovava nei paraggi e che ha fornito assistenza ai ragazzi sul pattino con il tender di cui dispone la struttura alberghiera. Una volta raggiunto il turista i difficoltà, gli assistenti lo hanno messo in sicurezza riportandolo a terra in poco tempo senza alcuna conseguenza fisica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

Torna su
LeccePrima è in caricamento