Cronaca Tricase

Alla guida alticcio: dopo l'incidente ai domiciliari

Un 55enne di Lucugnano è statto condannato alla pena di due mesi più un'ammenda di 3mila euro, a seguito di una denuncia dei carabinieri per guida in stato di ebbrezza. L'incidente risalente al 2008

ETILOM4-8

TRICASE - Si era messo alla guida dopo avere alzato troppo il gomito. Poi, un incidente. Ed ora è stato condannato a due mesi di reclusione, pena che dovrà da scontare ai domiciliari, più un'ammenda di 3mila euro, a seguito di una denuncia per guida in stato di ebbrezza risalente al 2008. Si tratta di Luigi Rocco Brigante, 55enne di Lucugnano, già noto alle forze dell'ordine.

Tutto accadde il 21 gennaio di quell'anno, quando i carabinieri della Compagnia di Tricase intervennero sulla Tricase - Lucugnano dove si era verificato un incidente stradale fra l'auto condotta da Brigante e la macchina guidata da una signora del posto. A seguito del violento impatto entrambi i conducenti vennero trasportati in ambulanza presso il pronto soccorso dell'ospedale "Cardinale G. Panico" dove, su proprio su richiesta dei militari, entrambi furono sottoposti ai prelievi per verificare l'eventuale tasso alcolimetro presente nel sangue.


E il risultato delle analisi indicò che l'uomo aveva un tasso pari a 2,48 mg/l, pari a quasi cinque volte il limite massimo di 0,5 gr/l consentito dal codice della strada. Sulla scorta di quanto accertato i carabinieri denunciarono in stato l'automobilista per guida sotto l'influenza dell'alcol. A poco più di due anni da quell'episodio la condanna dell'uomo a due mesi di arresto e tremila euro di ammenda è diventata esecutiva e Brigante, dopo le operazioni di rito, è stato accompagnato presso la propria abitazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla guida alticcio: dopo l'incidente ai domiciliari

LeccePrima è in caricamento