Cronaca Salve

Alle poste con soldi falsi. Un nuovo caso nel Salento

Salve: denunciata una studentessa della provincia di Avellino. Stava cercando di effettuare un'operazione con una banconota contraffatta. A Porto Cesareo, proprio nei giorni scorsi, un caso analogo

Soldi falsi.

Fosse stato per la banconota in sé e per sé, una soltanto, la storia forse non avrebbe meritato più spazio di una "breve" di cronaca. Ma c'è un precedente freschissimo, che riguarda una sua conterranea (e non solo lei), sempre nel Salento, e che induce quantomeno ad una cauta riflessione. E che soprattutto porterà probabilmente le forze dell'ordine ad avviare un'inchiesta più approfondita. Il fatto: una ragazza della provincia di Avellino, studentessa, è stata denunciata a piede libero dai carabinieri per spendita di banconote false. Si trovava a Salve, nel Sud Salento, in vacanza. Stava tentando di effettuare un'operazione presso l' ufficio delle poste locale. Ma la banconota, da 50 euro, è stata riconosciuta come palesemente falsa. Del caso sono stati avvisati i carabinieri.

"Nessun collegamento con l'altra vicenda", sostiene il capitano Nicola Candido, comandante della compagnia dei carabinieri di Tricase. Ma le parole si riferiscono all'operazione che tra il febbraio ed i primi di marzo scorsi permisi ai suoi uomini di incastrare un presunto falsario della provincia di Bari, che avrebbe operato fra la capitale ed il Basso Salento (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=6627). Anche in quella vicenda venne interessata la zona di Salve. Nessun collegamento con quel caso, certo, ma forse un sottile filo logico potrebbe unire la banconota trovata a Salve ai mille euro, tutti in pezzi da 50, scovati solo pochi giorni addietro a Porto Cesareo dalla guardia di finanza (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=9921).

Ad essere denunciate, a cavallo di Ferragosto, due ragazze: una di Livorno, l'altra, appunto, di Avellino. Stavano per sganciare ai gestori di un bar una banconota falsa, di discreta fattura, anche se con carta non perfetta. Il fatto che ha permesso a mani esperte di riconoscere la filigrana di fattura artigianale. Il successivo controllo dei militari ha consentito di recuperarne altre diciannove simili, di banconote. Vacanze nel Salento con soldi fatti a casa: solo un caso, o? un caso vero?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alle poste con soldi falsi. Un nuovo caso nel Salento

LeccePrima è in caricamento