Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Altri due arrestati nell'operazione "Staffetta" in silenzio dinanzi al giudice

Tra loro anche una 21enne, l'unica donna arrestata, finita ai domiciliari perché all'ottavo mese di gravidanza

LECCE – E’ durato solo pochi minuti l’interrogatorio di garanzia di Georgia Bagordo, la 21enne, compagna di uno degli arrestati della operazione “staffetta”, finita ai domiciliari perché all'ottavo mese di gravidanza. La donna, comparsa dinanzi al gip Simona Panzera, ha deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere. Stessa scelta per Alberto Mangeli, di 50 anni, ricoverato a Brindisi e interrogato per rogatoria, che ha scelto di non rispondere alle domande del giudice. In sette ieri avevano deciso di rimanere in silenzio. Per loro, con ogni probabilità, sarà ora il riesame e doversi esprimere.

L’inchiesta ha avuto origine dalle ricerche del latitante, Fabio Perrone, poi arrestato il 9 gennaio scorso. Nell’ambito dell’indagine, gli inquirenti hanno orientato l'attività investigativa sul gruppo attivo nei comuni di Squinzano, Trepuzzi  e Campi Salentina.

I membri di questa organizzazione sono ritenuti inseriti nel contesto della criminalità organizzata, riconducibile ad Alessio Fortunato, il 33enne di Squinzano (attualmente detenuto per estorsione aggravata dal mese di marzo, e coinvolto nell'operazione Vortice- Dejà-vu del 2014, per poi essere assolto) e noto perché ritenuto vicino al clan “Notaro” della Sacra corona unita, attivo a Squinzano. Il nome dell’operazione trae spunto dal modus operandi del gruppo, organizzato con veri e propri turni di lavoro. Una reperibilità costante per un numero davvero impressionante di clienti (a volte, persino cento “ordinazioni” di stupefacente in un solo giorno), grazie a un numero di cellulare di servizio. E’ proprio grazie a quell’utenza telefonica, intestata a un ignaro cittadino, che i militari del comando provinciale leccese, guidati dal colonnello Giampaolo Zanchi, sono stati in grado di risalire agli altri numeri telefonici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altri due arrestati nell'operazione "Staffetta" in silenzio dinanzi al giudice

LeccePrima è in caricamento