Cronaca

Altri quattro gatti morti nei pressi del cimitero. Si attende l'esito delle analisi

Dalle condizioni delle carcasse si presume che il decesso sia datato. All'ipotesi dell'avvelenamento si affianca quella di una malattia fulminante

Una foto del 23 dicembre.

LECCE – Altri quattro gatti sono stati ritrovati morti nei pressi del cimitero di Lecce. Il ritrovamento è avvenuto questa mattina, all’ingresso dell’attiguo parco di Belloluogo ed è stato segnalato alla polizia locale. La condizione della carcasse lascia presupporre che la morte degli animali sia avvenuta da diversi giorni.

L’episodio si collega a quello del 23 dicembre, quando ne furono ritrovati quattro e altrettanto erano stati recuperati in precedenza. In quella circostanza ci fu un sopralluogo dell’assessore Silvia Miglietta, mentre il gruppo di volontarie che si riconosce sotto il nome di “Amici della colonia felina del cimitero di Lecce” preannunciò, con l’assistenza di un legale, la presentazione di una denuncia temendo cause dolose, come l’avvelenamento.

Tuttavia, mentre si è in attesa dell’esito delle analisi allora disposte, prende consistenza l’ipotesi che a uccidere quei poveri animali sia stato un coronavirus con decorso rapido e letale che sviluppa le peritonite infettiva felina (Fip). Naturalmente, in attesa dei riscontri di laboratorio, è solo una delle opzioni sul tavolo. È interesse di tutti, Comune e volontarie, comprendere se si tratti di eventi naturali oppure no.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altri quattro gatti morti nei pressi del cimitero. Si attende l'esito delle analisi

LeccePrima è in caricamento