Cronaca

Altri tre defibrillatori per le scuole leccesi grazie alla "Corri sotto le stelle"

La consegna agli ultimi tre istituti scolastici è avvenuta questa mattina nella sede di Laica, alla presenza di Roberto Fatano

LECCE – Un cuore grande come la solidarietà, forte come quello di chi conduce una vita sana basata sull’attività fisica e la corretta alimentazione, protetto grazie a una capillare distribuzione sul territorio dei defibrillatori. Tre concetti alla base di un unico grande progetto: “Corri a scuola per un defibrillatore”, finalizzato all’acquisto di defibrillatori per gli istituti scolastici leccesi. Un’iniziativa nata grazie alla perfetta sinergia tra l’associazione Leccentrica, presieduta da Manuela Laudisa, e Simone Lucia, presidente dell’Asd Gpdm e coordinatore di Laica sport.

Proprio la sede di Laica, la libera Associazione di imprese e professionisti presieduta da Roberto Fatano, ha fatto da cornice alla consegna di tre defibrillatori semiautomatici per altrettante scuole. Si tratta degli istituti comprensivi Ammirato Flacone, Aligheri Diaz e della scuola media Ascanio Grandi. L’acquisto dei macchinari salva vita è stato possibile grazie ai fondi raccolti nell’ultima edizione della “Corri e cammina sotto le stelle”, un gara non competitiva lungo le vie piene di fascino e magia del centro storico di Lecce. Lo straordinario successo di pubblico e la grande partecipazione hanno reso possibile il completamento del progetto iniziato a settembre 2015, con la donazione degli ultimi tre defibrillatori ai nove istituti scolastici sorteggiati.

All’incontro erano presenti, oltre a Roberto Fatano, Simone Lucia e Manuela Laudisa, l’assessore Nunzia Brandi, Luigi Fuggiano, Veronica Carlino (dell’associazione “Gesti per la vita”) e i rappresentanti dei tre istituti.

Un’iniziativa importante, che ha coniugato in maniera perfetta sport e attività sociale, sposata da Laica, sempre attenta e in prima linea nelle iniziative a sfondo sociale. Il presidente Fatano ha voluto ringraziare Lucia e tutte le associazioni che si sono adoperate per il raggiungimento dell’importante obiettivo. Sono ben 83 le strutture dotate di IMG-20160701-WA0002-2defibrillatore in una città sempre più cardio protetta, grazie all’impegno avviato dal Comune di Lecce con la supervisione scientifica del dottor Luigi Fuggiano. Fatano ha poi ricordato come i recenti studi in campo alimentare abbiano evidenziato come una corretta alimentazione, a base di frutta fresca e secca, riesca a prevenire numerose patologie e sia ideale per chi pratica sport.

Simone Lucia ha spiegato di aver abbracciato con entusiasmo sin dal primo momento questo progetto, portato avanti con entusiasmo e con grande passione. Il vulcanico ideatore dei principi eventi podistici salentini è già proiettato ai prossimi impegni. Da lunedì, infatti, è previsto ogni lunedì a San Cataldo (alle 18.20) un allenamento collettivo di corsa riservato a tutti (su varie distanze, sia per i principianti sia per i più allenati). Un appuntamento per promuovere e rivalutare la più importante delle marine leccesi, correndo immersi nella natura, a pochi passi dal mare. “Sport, aggregazione, solidarietà, cura del corpo e dell’alimentazione – ha spiegato il coordinatore di Laica Sport – sono valori fondamentali da cui vogliamo ripartire per uno stile di vita responsabile. Perché stare bene con se stessi significa anche stare ben con gli altri”.

Appuntamento al 10 luglio (alle 18), invece, per la prima edizione della “Corri e cammina nella storia di Acaya”, evento che, così come la Corri sotto le stelle, sarà scisso in due: una non competitiva aperta a tutti con scopi benefici, e una gara competitiva. In entrambi i casi, la distanza da precorrere sarà di circa dieci chilometri, in un percorso suggestivo e pieno di fascino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altri tre defibrillatori per le scuole leccesi grazie alla "Corri sotto le stelle"

LeccePrima è in caricamento