Cronaca

Amici per sempre: nel ricordo di Luca, il ritrovo in massa nella "Cornetteria"

In centinaia si sono avvicendati venerdì sera per ricordare Luca Capoccia, scomparso il 30 agosto. Un evento carico di emozioni

Fotografie di Gino Brotto.

LECCE - Luca, e chi se lo scorda? Un faccione così riempie ancora le giornate di chiunque abbia avuto il piacere di conoscerlo, è una fiamma eternamente accesa nella memoria di tutti gli amici.

Già, gli amici: ma quanti ne aveva? Tanti, vista la sua simpatia contagiosa e sincera, i mille interessi che ne facevano uno di quei personaggi che mordono la vita e non si fermano mai, hanno sempre desiderio di sperimentare e rinnovarsi. Così, ci ha provato la moglie Anna a metterli tutti insieme e il suo appello via Facebook è diventato un irresistibile tam-tam al quale hanno risposto in centinaia, avvicendandosi per tutta la notte, dalle 22 in poi di venerdì scorso, 19 ottobre, sotto il gazebo della “Cornetteria di Notte” di via Alfieri, a Lecce. Alle 2 di notte, ancora arrivava chi aveva, magari, chiuso il proprio locale da poco. E tanti altri non hanno potuto partecipare per impegni famigliari o lavorativi, ma hanno fatto comunque sentire la loro voce.

C’erano gli amici di vecchia data e nuovi, chi nella vita gestisce un esercizio commerciale o un’attività imprenditoriale, calca una palco o si trova sotto le telecamere - venuti anche da fuori Salento -, o magari scrive, indossa una divisa, scatta fotografie, ricopre ruoli politici e istituzionali, e tanti, davvero tanti altri ancora, tutti pronti a svestire i propri panni quotidiani, per un inchino davanti al “re dei cornetti”.

Una definizione sicuramente meritata e gioiosa, quella di “re dei cornetti” (la sua attività è diventata nel tempo un saldo punto di riferimento per tutto il variegato mondo che vive la città di notte), ma di certo non onnicomprensiva rispetto a quello che è stato e continua a essere per tanti Luca Capoccia, esempio di metodo e applicazione sul lavoro, di rispetto verso tutti, di serietà nei rapporti con gli altri. Di lui non si poteva che avere estrema fiducia, confidandogli anche i segreti.

E per quanta amarezza ha destato la notizia rimbalzata in tutta la provincia la notte del 30 agosto scorso, quando il suo cuore ha ceduto all’improvviso ed è uscito fuori strada con l’auto, tante emozioni positive si sono invece accalcate, stringendosi l’altra sera attorno alla famiglia per ricordare la figura di Luca in maniera vivace. Una festa vera, come sarebbe piaciuta a lui, in cui non sono mancati gli aneddoti raccontati da alcuni amici e in cui molti si sono ritrovati.

L’arguzia con cui riusciva sottilmente a sfottere chiunque senza essere mai offensivo solo per il gusto di divertire e divertirsi (una vera e propria arte), era controbilanciata da un’umiltà rara. E alcune sue espressioni, anche del volto, sono diventate ormai storia. A spadroneggiare nei ricordi, poi, anche quella simpatica ossessione per la regola dei terzi in fotografia (una delle sue grandi passioni, trasformata in un’attività parallela) che era diventata un cavallo di battaglia. Chiunque si fosse avvicinato a una macchina fotografica con lui accanto, avrebbe corso il rischio di essere redarguito, qualora non l’avesse applicata come da sue minuziose spiegazioni.

Sempre pronto a lanciarsi nelle avventure, a trascinare gli altri e a rivitalizzarli, Luca non sapeva solo consigliare, ma anche ascoltare (dote sempre più rara) e questo faceva di lui un interlocutore prezioso nella vita quotidiana. E quanto fosse amato e stimato, per la sua grande onestà e generosità, l’ha dimostrato l’entusiasmo con cui in tanti hanno accolto l’invito e si sono riversati nella “Cornetteria”, godendosi alcuni persino la sorpresa di ritrovarsi nello stesso luogo, conoscendosi già nella vita per altre ragioni, ma senza ancora sapere di avere in comune l’amicizia di Luca. E di questo piccolo miracolo di legami che si rinsaldano, lui starà ora sorridendo compiaciuto da lassù. Ciao, combà!

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amici per sempre: nel ricordo di Luca, il ritrovo in massa nella "Cornetteria"

LeccePrima è in caricamento