Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Ammazza il fratello con un colpo di coltello alla gola

Il tragico episodio in serata in un'abitazione di via Manzoni a Cocumola, frazione di Minervino di Lecce, a seguito di un violento litigio. A morire Carmine Borlizzi, di 48 anni, ucciso da Daniele

Carabinieri al setaccio della villetta dove s'è verificato l'episodio (foto di LeccePrima)

Un colpo solo, secco, sferrato alla giugulare con un coltello da cucina. E per Carmine Borlizzi, 48enne di Cocumola, frazione di poche case alle porte di Minervino di Lecce, non c'è stato scampo. Tanto più che è stato colpito molto probabilmente mentre dormiva, quindi senza possibilità di potersi difendere. E' morto così dissanguato, poco dopo essere stato raggiunto da quel fendente, assestato in serata nella veranda di casa, forse per ritorsione, da parte di uno dei suoi fratelli, Daniele, di 37, dopo un furioso litigio divampato nel pomeriggio in cui sarebbero volate anche le sedie, oltre alle parole grosse. Uno dei tanti scatti d'ira di una lunga serie fra fratelli, che condividevano la casa di via Manzoni, lasciata in eredità dai genitori, scomparsi ormai da diversi anni. Insieme a loro viveva anche un altro fratello, Cesare, che è stato il primo a chiedere aiuto, dopo aver scorto il cadavere, uscendo di corsa dalla villetta e suonando al citofono dei vicini.


Da quel momento in poi, la proverbiale quiete di una piccola e silenziosa comunità salentina immersa nelle campagne è stata scossa dall'ululato delle sirene che hanno squarciato il ventre della notte: quelle dell'ambulanza del 118, poi dei carabinieri della compagnia di Maglie. Per Carmine, però, non c'era più niente da fare. Daniele è stato preso in custodia dai militari che lo interrogheranno per tentare di risalire all'origine di quel gesto. Dell'uomo sia sa che era da diverso tempo in cura presso il Centro di igiene mentale ed era rientrato a casa da pochi mesi, dopo essere stato affidato negli ultimi periodi ad una comunità di Patù. Carmine, Cesare e Daniele erano i tre congiunti rimasti in paese di una famiglia molto più ampia, che annovera altri tre fratelli ed una sorella, che però si sono trasferiti altrove.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ammazza il fratello con un colpo di coltello alla gola

LeccePrima è in caricamento