Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Gallipoli

An prende le distanze dal Pdl: pronti a correre da soli

Il neo presidente del circolo cittadino Brunetti frena sull'appoggio incondizionato
a Barba-sindaco. E scricchiola già l'accordo elettorale annunciato nel corso del congresso

Tutti pronti a confluire nel nuovo soggetto unitario del Popolo delle Libertà e a ripartire dall'appoggio incondizionato a Vincenzo Barba. Questo era emerso dal dibattito e dalle dichiarazioni forti di Adriana Poli Bortone, Ugo Lisi e del commissario sezionale Francesco Cimino. Ma forse nessuno aveva ancora fatto i conti con le volontà manifeste dei nuovi tesserati e del neo presidente del rinato circolo di Alleanza nazionale di Gallipoli, Fabio Brunetti. E oggi non si può che prendere atto della brusca frenata che emerge altrettanto chiara leggendo la nota inviata dallo stesso presidente di An di Gallipoli. Che non rinnega forse la collaborazione con il "parlamentino" azzurro, ma nel contempo non confluisce nemmeno, anima e corpo, e senza colpo ferire nel Pdl e nel progetto di rilancio della città propugnato dal senatore Barba.

Punta i piedi il giovane presidente Brunetti, lasciando intendere che tanto l'ex commissario sezionale, Francesco Cimino quanto il coordinatore regionale Adriana Poli Bortone hanno venduto troppo presto la pelle dell'orso e che le loro posizioni sono da intendere a mero titolo personale. Ovvero An a Gallipoli non è contro Barba, ma non ancora pro-Barba a prescindere. E che rimane aperta la porta per una candidatura autonoma e soprattutto con la propria lista. Ovvero niente processi affrettati di "scioglimento" nel Pdl (magari se ne riparlerà in autunno). Ma la domanda nasce spontanea? E se si concretizzasse la staffetta azzurra tra Barba e Venneri per la corsa a palazzo Balsamo? Forse le carte si rimescolerebbero di nuovo e forse anche il tentativo di riallacciare il dialogo con le ataviche correnti "dissidenti" di An gallipolina (leggi il circolo di Area di via Lecce) potrebbe avere più possibilità di attecchire.

Di seguito il testo integrale della nota inviata dal neo presidente del circolo cittadino di An di Gallipoli, Fabio Brunetti:

"E' nostro fermo proposito quello dì aggregare intorno al Partito quanti hanno operato ed operano per l'affermazione degli ideali della Destra e di An, impegnandoci assiduamente affinché siano superate le incomprensioni e le vicissitudini del passato; L'obiettivo comune è quello dì essere determinanti in ciascuno degli appuntamenti che l'immediato futuro ci riserva. Come rappresentanti locali di An, non intendiamo in alcun modo abdicare al ruolo di soggetti attivi nelle scelte che si dovranno assumere sul piano amministrativo. A tal proposito, corre l'obbligo di precisare che le dichiarazioni rilasciate dall'ex Commissario territoriale di An, l'amico Francesco Cimino, ed apparse sul Nuovo Quotidiano di Puglia di ieri, non possono che essere frutto di considerazioni di carattere puramente personale, avendo questi esaurito il suo incarico istituzionale il giorno 15 u.s. L'Assemblea degli iscritti dì An tenutasi nella medesima data, ha difatti celebrato la costituzione del nuovo Circolo Territoriale di Gallipoli, del quale chi scrive è stato formalmente eletto Presidente. Da tale data, riteniamo di dover esercitare le prerogative che ci competono in maniera autonoma e scevra da qualsiasi aspettativa e condizionamento proveniente dall'esterno, salvo l'averne concordato, in precedenza e nelle sedi opportune, ogni diverso intendimento ed ogni sostan-ziale contenuto del medesimo. Per tanto in ossequio al nostro mandato, e nella primaria esigenza di sintesi sottesa ad una logica dì coalizione, auspichiamo senz'altro l'individuazione di candidato unico a Sindaco della nostra Comunità da parte del locale Centrodestra. Tale figura di alto profilo non potrà essere espressione di una singola forza politica ma sarà certamente condivisa in maniera ampia da tutte le componenti del Centrodestra. Ove ciò non fosse possibile, An è pronta ad affrontare la prossima consultazione amministrativa in modo autonomo, con una propria lista ed un proprio candidato Sindaco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

An prende le distanze dal Pdl: pronti a correre da soli

LeccePrima è in caricamento