Cronaca Minervino di Lecce

"Anche T(h)e in cooperativa": per non isolare disagio

Minervino: singolare iniziativa della cooperativa nata grazie a Bollenti spiriti. Porte aperte per un thé nella struttura, recentemente inaugurata, che ospiterà a giorni i ragazzi con disagi familiari

Locandina-25

MINERVINO - Nuova iniziativa della cooperativa "Mettere Le Ali Onlus", domani, sabato 13 febbraio. Il gruppo, nato per l'educazione e a servizio del disagio familiare, grazie al bando di "Principi attivi - giovani idee per una Puglia migliore" e dall'idea di un gruppo informale di tre giovani laureati, che ha scelto di progettare e proporre questo servizio innovativo, unico su tutto il territorio regionale, si prepara ad accogliere i propri ospiti e lo fa in maniera del tutto singolare: porte aperte a tutti coloro che vorranno visitare la struttura con "Anche T(h)e in cooperativa".

L'intento è di far vivere il luogo a tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione, con l'idea di far respirare quella che è la filosofia di "mettere le ali", tra tazzine di thé e un "percettibile profumo di biscotti", con la voglia soprattutto di condividere con la comunità e le istituzioni quello che fino a poco tempo era solo un sogno ed oggi, invece, si trasforma in realtà e in una realtà di supporto per il disagio familiare.

L'appuntamento è per chiunque volesse partecipare all'iniziativa, dalle 17 alle 20, sulla strada provinciale Giuggianello-Minervino, al numero 58.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Anche T(h)e in cooperativa": per non isolare disagio

LeccePrima è in caricamento