rotate-mobile
Cronaca Centro / Piazza Libertini

Animali in vendita alla festa, scatta la prima diffida per un ambulante

Questa mattina, infatti, le guardie ecozoofile dell'associazione Anpana - convenzionata con il Comune di Lecce - e gli agenti del settore ambiente della polizia locale, hanno diffidato e invitato il titolare di una bancarella a chiudere i battenti. Ha violato le ordinanze comunali

LECCE – Detto, fatto. L’assessore alle Politiche ambientali Andrea Guido da mesi va promettendo battaglia ai venditori di animali, fatto che aveva ribadito ieri a ridosso dell’inizio della festa patronale, ed ecco la prima vittima.

Questa mattina, infatti, le guardie ecozoofile dell’associazione Anpana – convenzionata con il Comune di Lecce - e gli agenti del settore ambiente della polizia locale, hanno diffidato e invitato il titolare di una bancarella a chiudere i battenti.

Questi, in barba a quanto emanato, esponeva infatti animali pronti per essere venduti. Una vecchia tradizione che va però a discapito delle più recenti normative a tutela del benessere degli animali.

Il responsabile della bancarella, oltre a violare l'ordinanza appositamente emanata per le festività dei Santi Oronzo, Giusto e Fortunato, che vieta la vendita di animali, ha violato anche il regolamento comunale generale in materia. Avrebbe infatti dichiarato di praticare tale attività anche durante i giorni del mercato di piazza Libertini (dove effettivamente è stato trovato anche oggiDSCN1644-4-3).

Nelle gabbie c’erano, fra l’altro, pulcini, uccelli di varie specie e coniglietti. La vigilanza, in questi giorni, si farà dunque sempre più serrata. A partecipare vi sono anche un’altra associazione, le Guardie per l’ambiente, e gli ispettori ambientali dipendenti in modo diretto dall’assessorato.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Animali in vendita alla festa, scatta la prima diffida per un ambulante

LeccePrima è in caricamento