Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Tragedia nelle acque dello Ionio. Muore annegato ad appena 15 anni

Tutti i passanti sono sotto choc: un ragazzo è spirato, intorno alle 18,20 di questo pomeriggio, a Torre San Giovanni, la marina di Ugento. I sanitari del 118 hanno provato in tutti i modi a rianimare l'adolescente, senza successo. Sul posto anche i carabinieri e il personale dell'Ufficio locale marittimo

Il luogo dell'annegamento

TORRE SAN GIOVANNI (Ugento)  - Non ce l’ha fatta. Neppure la sua giovane età è riuscita a raggirare la morte di un 15enne che, nel corso del pomeriggio, è spirato a Torre San Giovanni, a seguito di un annegamento. L’episodio è avvenuto intorno alle 18,20, nelle acque antistanti una porzione di spiaggia libera, nei pressi dei lidi “Poseidone” e “Oasi degli angeli”, entrambi poco distanti dal centro della marina ugentina. Si tratta di Christian Scardella, residente a Ugento, deceduto presumibilmente per una congestione che, forse mista ad altre concause, non gli ha lasciato scampo. Appena otto mesi addietro, la vittima aveva perso la propria mamma.

Sul posto sono giunti i sanitari del 118, i quali hanno cercato in tutti i modi di tenere in vita l’adolescente. Ma ogni tentativo si è rivelato vano e il giovane è spirato sul posto, sotto gli occhi esterrefatti dei bagnanti e dello stesso personale medico che non ha potuto fare altro che constatarne il decesso.

Il luogo della tragedia è stato anche raggiunto dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Casarano, e dagli uomini dell’Ufficio locale marittimo del posto. La salma del giovane, su disposizione del magistrato di turno, Elsa Valeria Mignone, è stata restitutita ai famigliari, al termine dell'ispezione cadaverica eseguita dal medico legale. Sconvolta la comunità del borgo messapico, in un pomeriggio nero che segnerà il ricordo di un giorno fatae, difficile da rimuovere dalle memorie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia nelle acque dello Ionio. Muore annegato ad appena 15 anni

LeccePrima è in caricamento