Da negozio di antiquariato a ristorante: Tar sospende il diniego del dirigente

Il cambio di destinazione per un locale del centro storico, in questo caso, era afferente alla stessa categoria, la commerciale

LECCE – Per la Prima Sezione del Tar di Lecce non c’è pericolo di alterazione dell’equilibrio urbanistico se un locale con destinazione d’uso commerciale al dettaglio chiede di passare a commerciale per la somministrazione.

Il presidente Antonio Pasca, estensore Francesca Ferrazzoli, ha accolto l’istanza cautelare presentata dall’avvocato Daniele Montinaro per conto della legale rappresentante del locale Dall’Antiquario, nel centro storico di Lecce.

L’udienza di merito è stata fissata a marzo del 2020, ma nel mentre viene sospeso il provvedimento del marzo scorso con il quale era stato negato dal dirigente del Settore Pianificazione e Sviluppo del Territorio del Comune il permesso a costruire per conferma di destinazione (commerciale) e cambio di destinazione d’uso funzionale. Il diniego per la trasformazione da locale di antiquariato a locale con somministrazione di cibo e bevande era stato giustificato con l’assenza del piano particolareggiato, strumento urbanistico subordinato al piano regolatore che definisce gli equilibri di una determinata zona.

Il Tar ha accolto la tesi per cui è da considerarsi pacifico un mutamento nella stessa categoria – quella commerciale in questo caso –, ma ha anche aderito all’argomentazione per cui il tessuto urbanistico della zona non è più di fatto quello cristallizzato nel piano risalente al vecchio Prg.

“L’ordinanza del Tar Lecce – ha commentato Montinaro - rappresenta un passo importante verso la regolarizzazione di una situazione di fatto che oramai va avanti da molti anni. La carenza di un piano particolareggiato da oltre trent’anni non può più essere un alibi a fronte del quale limitare incomprensibilmente la libera attività economica; né si può più paventare il rischio di compromettere l’equilibrio urbanistico di gran parte del centro storico che, oramai, rappresenta una situazione di fatto inconfutabile. Siamo molto soddisfatti per la sospensione del diniego e per le motivazioni ivi riportate”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • Maltempo sul Salento: coperture divelte da una tromba d’aria volano in strada

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

  • Parte un colpo mentre pulisce l’arma: ferita la fidanzata, indagato 38enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento