Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Appicca le fiamme senza motivo, lo trovano con l'accendino in mano

Denunciato dai carabinieri un ragazzo di 20 anni che ha ammesso di aver provocato un rogo in una zona incolta a Montegrappa, nei pressi di Tuglie

Foto di repertorio.

TUGLIE – La stagione degli incendi nelle campagne e nella macchia mediterranea è iniziata prima, quest’anno, e sta già dando filo da torcere ai vigili del fuoco, costretti a muoversi in lungo e in largo per la penisola salentina, per via delle chiamate continue, in qualche caso anche per roghi di vasta estensione. 

Ieri pomeriggio, però, nella zona di Montegrappa, frazione di Tuglie, in direzione di uno dei tanti roghi, si sono diretti anche i carabinieri della stazione di Sannicola. Già, perché, a margine di un incendio sviluppatosi in un terreno incolto alla periferia del borgo, è stata notata la presenza più che sospetta di un giovane. E quando i militari sono arrivati sul posto, lui, un 20enne, era ancora lì, con un accendino stretto fra le mani.

I vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli hanno spento le fiamme, mentre il giovane è stato accompagnato in caserma dai militari per approfondire la vicenda. Si tratta di un ragazzo con un disagio psichico, il quale ha ammesso di aver innescato l'incendio, senza fornire un preciso movente. Né avrebbe agito per conto di qualcuno o con complici fuggiti. Ha spiegato di aver fatto tutto da solo. Proprio per via dei problemi di cui soffrirebbe, è stato denunciato a piede libero per incendio, un reato per il quale, in flagranza, si può rischiare anche l’arresto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appicca le fiamme senza motivo, lo trovano con l'accendino in mano

LeccePrima è in caricamento