Da appostamenti e messaggi fino al tentativo di molestie: guai per un 21enne

È ritenuto responsabile di atti persecutori nei confronti di una operatrice di una cooperativa. A Patù eseguita un'ordinanza di custodia per 40enne

La stazione di Surbo dei carabinieri.

PATÙ – I militari della stazione di Surbo hanno arrestato nella serata di ieri, in flagranza, un 21enne originario della Guinea, Moussa Traore, ritenuto responsabile di atti persecutori iniziati nel luglio scorso e sfociati nella serata di ieri nel tentativo di molestie ai danni di una operatrice di una cooperativa con sede a Neviano. Il giovane, dopo appostamenti, messaggi e telefonate, avrebbe provato a passare alle vie di fatto.

È stato eseguito presso una comunità di Patù l’ordine di carcerazione nei confronti Giuseppe Ingrosso, 40enne residente a Merine, condannato a due anni e otto mesi di reclusione per violenza sessuale, lesioni personali aggravate e violazione degli obblighi di assistenza familiare. La misura, disposta dall’ufficio esecuzioni penali del tribunale, è stata eseguita dai carabinieri della stazione di Lizzanello.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Auto sbanda e si ribalta un paio di volte: in due in prognosi riservata

  • Politica

    Frazione organica, ritiro a singhiozzo: le buste devono essere compostabili

  • Attualità

    De Candia e Leandro, memoria a rischio: le loro opere molto copiate dai falsari

  • Cronaca

    Il nuovo pentito della Scu: “La mia latitanza anche a Porto Cesareo”

I più letti della settimana

  • Finisce con la Porsche nei campi: muore durante il ricovero giovane imprenditore

  • Troppo gravi le ferite, muore in ospedale 25enne ferito in un incidente stradale

  • Sorpassa due auto, poi il frontale con la terza: 30enne in codice rosso

  • Violenta lite in famiglia. Colpisce con un coltello la cognata: arrestato

  • Torna il linguaggio mafioso a Parabita: minacce ai commissari e manifesti funebri al candidato

  • Carne conservata male e lavoratori in nero: maxi multa a un negoziante

Torna su
LeccePrima è in caricamento