Cronaca

Approda sul web il Sistema informativo demaniale

Via alla consultazione e visualizzazione dei dati per una puntuale identificazione e conoscenza del reale stato d'uso del demanio marittimo sulle coste salentine

Nardò, insieme a pochi altri, è stato scelto dal Ministero dei trasporti - su 73 Comuni della costa pugliese che si erano candidati -, quale Comune pilota per l'avvio dell'attività di sperimentazione del "Sid", il Sistema informativo demaniale, che consentirà di fornire servizi web al pubblico, con la possibilità di consultazione e visualizzazione dei dati per una puntuale identificazione e conoscenza del reale stato d'uso del demanio marittimo.

Il progetto è stato dunque avviato con la sottoscrizione di un protocollo d'intesa tra la Regione Puglia ed i Comuni costieri pugliesi, attraverso il quale è stato preso un formale impegno a consolidare la collaborazione tra Regione ed Enti locali costieri, per il conferimento delle funzioni amministrative di gestione delle aree demaniali marittime e per la valorizzazione sostenibile delle coste attraverso varie azioni, quali la diffusione del Sistema informativo demaniale (S.I.D.) su rete telematica.


"La scelte di Nardò quale comune pilota - ha dichiarato l'assessore all'Ambiente, Mino Natalizio - premia l'egregio lavoro svolto dagli ingegneri Nicola D'Alessandro e Antonella Fiorentino, che in collaborazione con Giuseppe Papadia e Antonio Sportelli hanno saputo dapprima mettere ordine in un settore non facile come quello del Demanio fino ad arrivare a traguardi più ambiziosi che hanno ricevuti i sinceri apprezzamenti da parte degli Uffici regionali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approda sul web il Sistema informativo demaniale

LeccePrima è in caricamento