Appuntamento di lavoro con violenza sessuale: condannato un sindacalista

Giuseppe Baglivo, sindacalista ed ex consigliere comunale, 62enne di Tricase, è stato condannato a quattro anni di reclusione e a un risarcimento in separata sede di 5mila euro alla parte offesa, una 32enne di un comune del Capo di Leuca. I fatti nell'ottobre dello scorso anno

TRICASE – Giuseppe Baglivo, sindacalista ed ex consigliere comunale, 62enne di Tricase, è stato condannato a quattro anni di reclusione e a un risarcimento in separata sede di 5mila euro alla parte offesa, una 32enne di un comune del Capo di Leuca, con l’accusa di violenza sessuale. La sentenza è stata emessa dal gup Alcide Maritati con il rito abbreviato.

I fatti. L’uomo era stato indagato dopo la formalizzazione di una denuncia da parte della donna. Avrebbe agito pretendendo un rapporto sessuale, dopo averla attirata in un capannone con il pretesto di discutere una proposta di lavoro.

Il fatto si sarebbe consumato nei dintorni a Corsano il 23 ottobre del 2011. Secondo quanto esposto dalla giovane donna, quel giorno, dopo aver preso contatto con Baglivo, si sarebbe recata nel fabbricato per parlare di una possibile assunzione. Invece, stando sempre al suo racconto, la vicenda si sarebbe presto trasformata in un incubo.

Il 62enne, infatti, avrebbe prima tentato un approccio con baci e palpeggiamenti sulle parti intime, poi, vista la riluttanza della donna, avrebbe chiuso di colpo la porta, sbarrando l’accesso con il proprio corpo, per abbassarsi i pantaloni, afferrarle la testa e stringerla con forza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad aprile del 2013 era stato il pubblico ministero Paola Guglielmi a richiedere il rinvio a giudizio. Nel dibattimento l’accusa è stata però rappresentata dal pm Maria Vallefuoco, che ha richiesto e ottenuto una condanna a quattro anni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento