menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il momento del ritrovamento.

Il momento del ritrovamento.

Ritrovata viva e vigile dentro un fossato la donna di 85 anni scomparsa

Sono state ore di forte angoscia per la famiglia di Rosa De Santis, residente ad Aradeo. Di lei si erano perse le tracce ieri pomeriggio alle 17. Poi, attorno alle 15,30 di oggi, la notizia che ha risollevato gli animi

ARADEO – Erano ormai trascorse quasi 24 ore quando è arrivata la notizia che in un solo attimo ha risollevato gli animi, fatto tirare un profondo sospiro di sollievo alla famiglia di Rosa De Santis, la donna di 85 anni Aradeo, vedova, di cui non si avevano più notizie dalle 17 circa di ieri, e a un intero paese rimasto a sua volta con il fiato sospeso.

Provata, certo, ma a quanto pare in discrete condizioni di salute e vigile, l’anziana è stata ritrovata poco prima delle 15,30 di oggi dal Nucleo cinofili dei vigili del fuoco e dai carabinieri della stazione locale, in un piccolo fossato alle spalle del cimitero, nei pressi del depuratore. Piccolo, ma profondo abbastanza perché una persona di una certa età ne rimanesse intrappolata. Fondamentale è così stato il fiuto di Mya e Mickey, cani del Nucleo cinofili pugliese.

Bisogna dirlo: le premesse non sembravano delle migliori. Età avanzata, alcune patologie non trascurabili, assente da casa da fin troppe ore e una notte intera all’addiaccio, in questo dicembre particolarmente piovoso. Eppure, proprio quel terrapieno in cui l’anziana è precipitata, girovagando alla periferia estrema di Aradeo, dopo aver perso l’orientamento, potrebbe essere stata, in qualche modo, la sua salvezza, almeno nelle prime ore, tenendola in qualche modo al riparo. Ma la situazione sarebbe comunque cambiata radicalmente con lo scorrere del tempo, se, oggi pomeriggio, non fosse rintracciata.

Della donna, come detto, si erano perse le tracce da ieri pomeriggio alle 17, quando era uscita a piedi dalla sua abitazione, in via Bellini, ad Aradeo, senza farvi più ritorno. A denunciarne la scomparsa è stato questa mattina il figlio che, non trovandola in casa e non potendosi mettere in contatto con lei per telefono (la donna non ha un cellulare), ha chiesto aiuto ai carabinieri della stazione locale. Così, alle 12, in Prefettura, si è svolto un tavolo tecnico per organizzare un piano per la ricerca che ha impegnato gli uomini del coordinamento provinciale di Protezione civile e dei vigili del fuoco, con il coordinamento del Nucleo Tas di Lecce e l’invio anche di un elicottero da Bari.

Una volta rintracciata in quell’area di campagna, Rosa De Santis è stata imbracata e riportata in superficie, per poi essere visitata in ambulanza, dagli operatori del 118, e, infine, trasportata presso l’ospedale “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli per ulteriori accertamenti. Per fortuna, una storia a lieto fine che riscalda il cuore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento