Arco e frecce, un coltello e stupefacenti: una denuncia e un arresto

Un 23enne leccese risponde di spaccio. Fermato con un amico, trovato in possesso delle armi bianche e a sua volta finito nei guai

LECCE – Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. E’ il reato contestato a Joy Diaferio, 23enne di Lecce, in casa del quale i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile vi sono arrivati in modo bizzarro: fermato in auto con un amico, quest’ultimo già nei guai per aver portato con sé un arco con due frecce e un coltello da cucina nel cruscotto (M.A. le iniziali, denunciato a piede libero), i carabinieri hanno poi proseguito nelle perquisizioni, andando anche a spulciare nelle abitazioni. E in quella di Diaferio hanno trovato marijuana e hashish.  

Il fatto risale a ieri pomeriggio. Due vetture dei militari leccesi, verso le 16, hanno fermato quella di M.A., in cui c’erano anche Diaferio e una ragazza. Arco, frecce e coltello sono costati una denuncia per il conducente dell’auto, ma un’ulteriore perquisizione, ritenuta necessaria visto l’atteggiamento nervoso dei vari occupanti, ha dato altri frutti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In casa di Diaferio, infatti, i carabinieri hanno trovato 105 grammi di marijuana, già suddivisa, 6 di hashish, un bilancino di precisione e materiale di vario genere, utilizzato forse per confezionare lo stupefacente. Tutto finito sotto sequestro. Il 23enne è stato arrestato e sottoposto ai domiciliari su indicazione del magistrato di turno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento