Area marina protetta: dal Ministero per accelerare iter

Procede il progetto dell'Area Marina protetta di Otranto: previsto il 14 gennaio un incontro al Ministero dell'Ambiente, a Roma, per avviare lo studio di fattibilità propedeutico all'istituzione

Il porto di Otranto.-4
OTRANTO - L'area marina protetta ad Otranto resta un obiettivo importante per gli enti locali, dalla provincia al comune di Otranto, dopo che nello scorso novembre a Palazzo Adorno, il sindaco di Otranto, Luciano Cariddi, aveva incontrato il presidente della provincia, Antonio Gabellone, e il presidente della commissione ambiente provinciale, Francesco Bruni, avevano trovato un accordo sulla questione, nella logica degli intenti condivisi.

E l'iter burocratico che vedrà la costituzione dell'area marina protetta di Otranto, per un tratto di costa di 14 km circa, compreso tra la zona a sud del porto e la Torre Sant'Emiliano, dunque, non si ferma. Anzi, il prossimo 14 gennaio, vedrà un ulteriore passaggio molto importante: infatti, presso il Ministero dell'Ambiente, alle ore 13, è previsto infatti incontro per avviare lo studio di fattibilità propedeutico all'istituzione dell'area marina protetta e la fase di perimetrazione.

L'idea dell'area marina protetta parte dal 2004, quando il comune di Otranto aveva avanzato richiesta formale al Ministero e il Conisma (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare) predispose uno schema di Convenzione tra il Ministero dell'Ambiente, la Provincia di Lecce e il Comune di Otranto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
"Il tratto di costa in questione - afferma Cariddi - presenta caratteristiche di unicità e va pertanto salvaguardato. Siamo fiduciosi che possa essere accettata la nostra richiesta. Mi auguro che finalmente questo percorso veda la luce e che ci sia un'importante accelerata nell'iter attuativo" (per l'articolo precedente: https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=17327).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento