Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Minacce anche alla madre dell'amico. Si aggrava la misura per uno stalker

Un 52enne di Trepuzzi è finito ai domiciliari, con le accuse di atti persecutori, danneggiamento, violenza privata e ingiuria. Non ha rispettato il divieto di avvicinamento nei confronti di un ragazzo più giovane, accanendosi persino contro la famigliare di quest'ultimo

La stazione dei carabinieri di Campi Salentina

TREPUZZI – Risponderà di atti persecutori, danneggiamento, violenza privata e ingiuria, Maurizio Perrone, 52enne di Trepuzzi, arrestato in serata dai carabinieri della stazione locale, coordinati dai colleghi della compagnia di Campi Salentina. I militari hanno eseguito una ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti dell’uomo, nullafacente e noto alle forze dell’ordine. Il provvedimento è scaturito da un’indagine condotta dagli stessi carabinieri, che ha fatto emergere gravi indizi di colpevolezza.PERRONE MAURIZIO.jpg 1-2

A carico dello stesso era stata già emessa nello scorso mese di giugno la misura cautelare del divieto di avvicinamento nei confronti di un amico, di molti anni più giovane, evidentemente non rispettata. Da qui la richiesta di aggravamento della misura. Già prima dell’estate, Perrone aveva messo in atto il classico repertorio dello stalker nei confronti di un amico che aveva deciso di non frequentarlo più: appostamenti sotto casa, pedinamenti continui, minacce, molestie, ed erano inoltre  frequenti le sue richieste alla madre del ragazzo, nel cuore della notte, al citofono, per sapere se la vittima era in casa, danneggiamenti all'autovettura della vittima.

Dopo la notifica dell'ordinanza, le vittime dello stalking sono di fatto diventate due: il ragazzo e la madre, colpevole agli occhi dell'arrestato di aver contribuito a far allontanare il figlio. Quest'ultima è stata più volte seguita in auto, talvolta tamponata o costretta ad arrestare la corsa. In una circostanza, con una manovra pericolosa, Perrone ha cercato persino di farla uscire di strada, minacciandole coi gesti di tagliarle la gola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce anche alla madre dell'amico. Si aggrava la misura per uno stalker

LeccePrima è in caricamento