Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Armati di taglierino rapinano la Bnl di via Taranto

Rapina alla Bnl di via Taranto poco dopo l'apertura degli sportelli al pubblico. A fare irruzione nell'istituto di credito due banditi con il volto coperto. Il bottino si aggira intorno ai 10mila euro

2-64

LECCE - Ancora criminalità in azione nel Salento, ed ennesima rapina in banca consumata, questa volta a Lecce. Un colpo che ha fruttato ai due malviventi entrati in azione, non meno di 10mila euro. A tanto ammonterebbe, infatti, secondo le prime stime, il bottino arraffato da due persone che questa mattina, intorno alle 9, hanno fatto irruzione all'interno della filiale della Banca nazionale del lavoro che sorge al civico 38 di via Taranto. I due, dunque, con il volto travisato, sono entrati nell'istituto di credito poco dopo l'apertura degli sportelli al pubblico, eludendo i sistemi di sicurezza, grazie all'impiego di semplici taglierini. E sotto la minaccia di quelle armi, si sono fatti consegnare dagli addetti alle casse il bottino.


Uno dei due si è piazzato nei pressi dell'ingresso della banca, il complice ha invece scavalcato il bancone, intimando la consegna dei soldi contenuti in cassaforte. Secondo le prime testimonianze raccolte dagli agenti della sezione volante della polizia, giunti sul posto subito dopo l'allarme lanciato dagli impiegati, uno dei due banditi sarebbe di statura piuttosto alta, ed avrebbe parlato in italiano, senza inflessioni straniere. Tutto è durato pochi minuti. Portato a termine il colpo, i malviventi sono fuggiti a piedi, facendo perdere le tracce nelle vie del rione San Pio. Oltre alla polizia - le indagini sono ora affidate alla squadra mobile - sono intervenuti sul luogo anche i carabinieri della compagnia di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armati di taglierino rapinano la Bnl di via Taranto

LeccePrima è in caricamento