Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Passamontagna, pistole e hashish in casa. Due uomini nei guai

Due uomini sono finiti nei guai dopo essere stati pedinati e perquisiti dai militari. In casa, un vero kit per attività illecite. Per loro l'accusa è di spaccio, ricettazione, riciclaggio e porto di arnesi atti allo scasso

Il materiale rinvenuto dai carabinieri

 

 

MATINO - Non devono essersi comportati in maniera esemplare se, nel corso delle settimane, hanno attirato sempre più l'attenzione dei militari. I carabinieri della stazione di Matino, infatti, assieme ai colleghi de nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Casarano, hanno deferito in stato di libertà due uomini del luogo. S.D.L. e C.S.C. , entrambi operai già noti alle forze dell'ordine, rispettivamente  di 34 e 46 anni, dovranno ora rispondere dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione, riciclaggio e porto di arnesi atti ad offendere e allo scasso.

Un controllo eseguito nei confronti del 34enne alcune settimane fa, ha permesso ai carabinieri di rinvenire 12,5 grammi di hashish. Scattata inevitabilmente la perquisizione nell'abitazione dell'uomo dove i militari hanno stanato un vero e proprio "kit" fatto di utensili e strumenti che lasciavano pensare ad un'attività tutt'altro che lecita. In casa, infatti, l'equipaggiamento da lavoro era composto da un bilancino di precisione, una pistola semiautomatica calibro 8 a salve, priva di tappo rosso obbligatorio. Completa di serbatoio ed 11 cartucce a salve, l'arma era custodita accanto ad una seconda  pistola a tamburo calibro 9, anche questa senza tappo rosso, a salve e corredata di ulteriori otto cartucce. Ma la sorpresa per i militari non si è fermata lì: nel kit dell'uomo anche tre passamontagna e quattro paia di guanti. E ancora, un piede di porco, un cacciavite e un matterello in legno. E, come se non bastasse, il 34enne è stato trovato anche in possesso di un'alfa 147, provento di un furto perpetrato in un paese limitrofo poche settimane prima. 

IMG_0427a-3 Le targhe dell'autovettura, invece, sono risultate di un secondi veicolo sulla quale gli investigatori stanno procedendo ad indagare in queste ore. Dichiarati sotto sequestro, assieme al resto degli strumenti rinvenuti in casa dell'uomo, auto e arnesi sono stati affidati all'autorità giudiziaria.

Nella tarda serata di ieri, a Galatina, i militari della  stazione hanno denunciato in stato di libertà un 49enne del posto, con l'accusa di ricettazione. Dopo l'attività di indagine e la perquisizione domiciliare, a casa dell'uomo, i militari hanno rinvenuto  un motocoltivatore, di marca "Agria", risultato d un i furto, perpetrato nel febbraio del 2010 a Galatina, ai danni di un uomo del posto. Recuperato il mezzo, è stato restituito al legittimo proprietario. Le Indagini sono tuttora in corso, allo scopo di individuare il responsabile del furto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passamontagna, pistole e hashish in casa. Due uomini nei guai

LeccePrima è in caricamento