Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Arrestata per lesioni la vittima della sparatoria

Luciano Liuzzi è accusato di aver aggredito con un crick due pastori, poco prima di essere ferito a colpi di fucile. I carabinieri non escludono un legame tra i due episodi, ora si cerca l'arma

autocarab

SQUINZANO - Le indagini avviate dai carabinieri del Norm di Campi Salentina e della stazione di Squinzano dopo la sparatoria in cui è rimasto vittima Luciano Liuzzi (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=27862), uscito da pochi giorni dal carcere, hanno permesso di appurare che precedentemente all'aggressione armata, l'uomo era stato coinvolto in una violenta colluttazione con due pastori, in via Torchiarolo, sempre a Squinzano.

Questi ultimi, padre e figlio, avrebbero intralciato con il gregge di pecore il transito del 34enne, che si trovava a bordo della sua auto. Dalle parole si sarebbe passati subito ai fatti. Secondo la ricostruzione degli eventi l'uomo sarebbe sceso dal veicolo e avrebbe colpito in testa i due pastori con un crick.


La vicinanza tra il luogo della rissa e quello della sparatoria, non hanno fatto escludere agli investigatori che i fatti potessero essere collegati, anche se al momento i pastori restano liberi. Luciano Liuzzi, invece, è stato arrestato per le lesioni causate al più grande dei pastori: una frattura del cranio con 30 giorni di prognosi. Intanto i carabinieri continuano le ricerche per ritrovare il fucile con il quale l'arrestato è stato ferito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestata per lesioni la vittima della sparatoria

LeccePrima è in caricamento