Cronaca

Arrestato dopo aver ceduto della droga al fratello detenuto, patteggia due anni

Il 23enne fu arrestato a dicembre scorso dopo che il personale dell’unità operativa “vigilanza colloqui” lo aveva sorpreso sul fatto

LECCE – Ha patteggiato una condanna a due anni (pena sospesa) Roberto Albano, 23enne originario di Copertino ma residente a Veglie, accusato di cessione di sostanze stupefacenti aggravata dall’aver commesso il fatto in una struttura penitenziaria. Albano fu arrestato a dicembre scorso dopo che il personale dell’unità operativa “vigilanza colloqui”, aveva notato l’atteggiamento insolito e circospetto manifestato da parte del 23enne, fratello di un detenuto. la sentenza è stata emessa dal gup Simona Panzera.

Un agente si era accorto che il detenuto aveva appena nascosto un oggetto, ed erano intervenuti, scoprendo in un foro praticato nella fodera di un indumento intimo, un piccolo involucro contenente una dose di hashish.  Trattandosi di cessione di sostanze stupefacenti in ambiente penitenziario, avevano arrestato il 23enne.

Successivamente, ipotizzando che la sostanza rinvenuta rappresentasse solo una minima parte di un quantitativo ben maggiore nella disponibilità del 23enne, le ricerche dei “baschi azzurri” si sono estese al veicolo con il quale aveva raggiunto il carcere, e poi anche in casa. La perquisizione domiciliare aveva consentito di rinvenire due “stecche” di hashish dal peso complessivo di 15 grammi, una dose di cocaina e un bilancino elettronico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato dopo aver ceduto della droga al fratello detenuto, patteggia due anni

LeccePrima è in caricamento