Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Arrestato dopo una raffica di furti in giro per il Salento, condannato a due anni

Protagonista della vicenda un 32enne bulgaro senza fissa dimora, giudicato con il rito abbreviato e tornato in libertà

LECCE - In tre giorni aveva messo a segno ben quattro colpi. Il primo, in ordine di tempo, all’interno dello spogliatoio del McDonald’s di Lecce, dove aveva fatto razzia degli oggetti personali di alcuni dipendenti. Il giorno dopo si era introdotto in un locale del centro storico, impossessandosi di un computer portatile, un iPod, un tablet, bottiglie di alcolici e superalcolici e poco più di 100 euro. Colto da malore, era stato soccorso e poi denunciato dagli agenti delle Volanti, che erano risaliti alla proprietaria di quanto rubato. Il giorno dopo, però, aveva colpito in due garage di uno stabile a Galatina, dove era stato bloccato e arrestato dagli agenti del commissariato. Per Aleksandar Aleksandrov, 32enne bulgaro, si erano aperte le porte del carcere di Lecce.

Oggi il 32enne, assistito dall’avvocato Diego Cisternino, è stato giudicato con il rito abbreviato e condannato a due anni di reclusione (con sospensione condizionale della pena e non menzione della condanna), la stessa pena chiesta dall’accusa. Aleksandrov è quindi tornato in libertà. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato dopo una raffica di furti in giro per il Salento, condannato a due anni

LeccePrima è in caricamento