Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Erano l’incubo di bancomat e gioiellerie: cinque arresti

La banda “delle spaccate”, perpetrate tra gennaio e settembre dello scorso anno, è stata fermata dai carabinieri

LECCE – Hanno distrutto bancomat, pianificato assalti in uffici postali, gioiellerie e aree di servizio anche in provincia di Lecce. Ma in cinque, all’alba, sono finiti ai domiciliari. Le misure sono scattate, a partire dall’alba, su disposizione del gip presso il Tribunale di Brindisi. Si tratta di: Omar Bianco, 28enne di Brindisi; Cosimo Iurlaro, 42enne brindisino; Giovanni Moro, 45enne di Brindisi; Marco Santoro, 26enne di Carovigno e di Vincenzo Schiena, 39enne di Carovigno. Si tratta di individui già noti alle forze dell'ordine.

Ad eseguire l'operazione, i carabinieri della copagnia di Tricase e i colleghi del Reparto operativo leccese, supportati dai militari delle compagnia brindisine per l'esecuzione dei provvedimenti. 

Gli arrestati sono stati accusati di appartenere a un’associazione a delinquere finalizzata ai furti su sportelli bancomat. Gli episodi contestati alla banda risalgono al periodo compreso tra il mese di gennaio e quello di settembre del 2016: numerosi colpi messi a segno nelle province di Ancona, Macerata, Lecce, Taranto e Brindisi, con diversi assalti anche nelle aree di rifornimento.

Video: l'operazione dei carabinieri

Al gruppo è stata anche contestata la ricettazione dei mezzi usati per perpetrare le varie “spaccate” e il porto di materiale esplodente impiegato per far saltare i depositi automatici. L'indagine è partita da una precedente operazione dell'Arma, denominata "Last cash", dopo l'ennesimo colpo avvenuto ad Osimo, in provincia di Ancona. Proprio grazie alla collaborazione investigativa dei militari marchigiani, i carabinieri di Tricase sono risaliti ad alcuni colpi, perpetrati nel Salento lo scorso anno, come furti o tentati furti ai danni di istituti di credito e numerosi altri esercizi commerciali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Erano l’incubo di bancomat e gioiellerie: cinque arresti

LeccePrima è in caricamento