Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Coca a fiumi, arresti in tutta Italia. Una coppia ricercata a Lecce

L'operazione denominata "Cattedrale 2010" è stata condotta dai carabinieri di Ferrara, in diverse regioni italiane. Anche due albanesi, residenti nel capoluogo salentino, sono destinatari di un provvedimento. Ma sono irreperibili

LECCE - È stata ribattezzata "Cattedrale 2010" l'operazione condotta dai carabinieri del comando provinciale di Ferrara, nelle prime ore della mattina, che ha coinvolto anche due individui residenti a Lecce.

I militari dell'Arma hanno  eseguito alcune ordinanze di custodia di cautelare in tutta Italia,  a carico di 38 persone, delle quali 37 in carcere e uno agli arresti domiciliari, con l'accusa di associazione per delinquere, finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

 Anche una coppia di individui di nazionalità albanese, entrambi trasferiti nel capoluogo salentino è destinataria della misura. Ma i due, al momento, sarebbero ancora irreperibili.

Tutti i provvedimenti sono stati emessi dai gip dei Tribunali di Bologna e della città estense. L'ordinanza conclude una complessa attività investigativa, avviata alla fine del 2009, su un gruppo  composto da 14 italiani e 24 individui di nazionalità albanese. Importavano la droga, in particolare cocaina, dalla Svizzera e dal Belgio, per poi smerciare lo stupefacente in Emilia Romagna, Toscana, Puglia, Lombardia e Piemonte.

Nel corso dell'attività investigativa sono stati recuperati circa 900 grammi di cocaina, eseguiti 25 arresti in flagranza di reato, denunciate due persone in stato di libertà e sottoposte a sequestro armi fa fuoco e bianche.

Al maxi blitz hanno partecipato circa 150 militari, provenienti da Ferrara, Monza, Lecce, Lodi, Prato, Alessandria, Parma, Ravenna, Rovigo, Verona e Vicenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coca a fiumi, arresti in tutta Italia. Una coppia ricercata a Lecce

LeccePrima è in caricamento