Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Freno allo sballo: discoteche al setaccio, arresti per stupefacenti

I militari, nel corso del week-end, hanno fatto scattare le manette ai polsi di tre ragazzi, accusati di spaccio. Gli arresti sono stati eseguiti a Gallipoli, Otranto e Santa Cesarea Terme, all'uscita di noti locali notturni

Pasticche di Mdma (foto dal web)

GALLIPOLI - Anche nel corso del primo week-end di agosto, appena concluso, le discoteche sono state passate al setaccio dai carabinieri delle compagnie della provincia. Durante i controlli eseguiti, sono state tre le persone tratte in arresto dai militari, tutte accusate di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

A Gallipoli, i carabinieri di Nardò hanno fatto scattare le manette ai polsi di Pietro Picca, un 22enne di Barletta, in trasferta nella Città bella per smerciare droga. Il ragazzo è stato trovato con un involucro in plastica di colore nero, contenente 20 pasticche di Md, custodito negli slip. La sostanza era confezionata in singole dosi, conservate in bustine in plastica di colore bianco. Lo hanno colto in flagrante, all'uscita di un noto locale sulla riviera ionica, mentre si aggirava tra le auto in sosta, con un fare che ha insospettito gli uomini dell'Arma. Il 22enne è stato trovato, inoltre, con una somma di 140 euro, ritenuta provento dell'attività di spaccio.

Dopo le formalità di rito, presso il comando compagnia di Gallipoli, il presunto spacciatore è stato accompagnato, questa mattina, presso il carcere Borgo San Nicola di Lecce. Ma nella serata di sabato, ad Otranto non è andata diversamente. I carabinieri dl posto, infatti, hanno arrestato Mattia Mazzeo, un ventenne del luogo, già noto alle forze dell'ordine, perché trovato in possesso di 22,5 grammi di hashish, confezionati in cinque dosi, ed ulteriori tre dosi, di marijuana, per un totale di 4,8 grammi.

Lo stupefacente, rinvenuto assieme a materiale utilizzato per il confezionamento, è finito nelle mani degli inquirenti, compresa una somma di 300 euro. Durante le stesse verifiche, S.F., uno studente di 17 anni è stato ritenuto responsabile di concorso nel reato di spaccio. Per lui è scattata la denuncia. Poco distante dalla movida idruntina, all'esterno di un'altra rinomata discoteca di Santa Cesarea Terme, i militari dell'Arma di Poggiardo hanno condotto nell'istituto penitenziario alle porte del capoluogo salentino, un 19enne: Alessandro Caldarulo, originario della provincia di Bari.

Sorpreso dai carabinieri in flagrante, durante l'attività di spaccio, il giovane è stato, immediatamente, sottoposto a perquisizione e trovato con sei dosi di Mdma, custodita in fogli di cellophane, immediatamente sottoposte a sequestro. Ma non è il solo ad essere finito nei guai. Anche un altro ragazzo, sempre di origini baresi, P.B., di venti anni, già noto alle forze dell'ordine, è stato scoperto con 0,7 grammi di marijuana ed uno spinello già confezionato. E' stato segnalato alla prefettura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Freno allo sballo: discoteche al setaccio, arresti per stupefacenti

LeccePrima è in caricamento