rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca Surbo

Sorpresi con cocaina, pistole e una balestra. Due fratelli finiscono in manette

Un 24enne e il famigliare di 38, entrambi di Surbo e noti alle forze dell'ordine, sono stati arrestati nel pomeriggio di ieri dai carabinieri del Nucleo investigativo. Il primo è stato trovato con circa un etto di hashish. Il secondo con armi, munizioni e 112 dosi di cocaina

SURBO – Avevano tirato su un business redditizio, a conduzione familiare, ma completamente illegale. Ma la fiorente attività di due fratelli è stata scoperta dai carabinieri, i quali hanno fatto scattare le manette. Salvatore Cito, di 38 anni, e Christian Cito, di 24, entrambi di Surbo e noti alle forze dell’ordine per reati legati alla detenzione di droga, sono stati arrestati nel primo pomeriggio di ieri.

I militari del Nucleo investigativo del comando provinciale hanno avviato, nel corso delle ultime settimane, una serie di accertamentiCITO SALVATORE stampa-2 per chiarire il motivo del viavai di persone verso gli appartamenti dei due fratelli, all’interno dello stesso stabile. Durante la perquisizione, eseguita contemporaneamente in entrambe le abitazioni, gli uomini dell’Arma hanno rinvenuto 50 grammi di hashish, di cui una quindicina consegnati spontaneamente e preventivamente dal 24enne.  La droga è stata posta sotto sequestro assieme a un panetto di circa 35 grammi scovati” dal fiuto dei militari e nascosti all’interno del vano in cui è custodito il contatore dell’energia elettrica.

Sul frigorifero, inoltre, la somma contante di mille e 535 euro. composta da banconote di piccolo taglio, quasi sicuramente provento dell’attività illecita di spaccio. Ma non è tutto. Nell’appartamento del fratello, infatti, 112 dosi di cocaina, di cui l’uomo ha provato a disfarsi alla vista dei carabinieri. Lo stupefacente era stato nascosto in un cilindro nero. Ma la notevole quantità di droga, non è stata la sola a finire nelle mani degli inquirenti.CITO CRISTIAN stampa-2

Il fratello più anziano ha consegnato ai carabinieri una balestra completa di due frecce da caccia e due pistole:  una calibro 7,65 marca “Ekol 99”, con il caricatore vuoto e una calibro 7,62 marca “Zastava contenente sei cartucce dello stesso calibro, con matricole parzialmente abrase. Al momento dell’arresto, i due famigliari hanno anche consegnato ulteriori 14 grammi di hashish. Il primo è stato accusato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e il secondo con la stessa accusa oltre a quella di detenzione illegale di armi. Entrambi sono stati accompagnati presso il carcere di Borgo San Nicola, alle porte di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi con cocaina, pistole e una balestra. Due fratelli finiscono in manette

LeccePrima è in caricamento