menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il materiale sequestrato dai carabinieri.

Il materiale sequestrato dai carabinieri.

Rubano auto a Lecce, il 112 scopre casolare per la disattivazione Gps

Due gli arresti per il furto di un mezzo: si tratta di un 48enne e di un 28enne, entrambi brindisini. A Galatina un uomo in manette per maltrattamenti alla moglie

SURBO –  Due arresti, nella giornata di ieri: tanti i ladri di auto in trasferta, bloccati dai carabinieri della stazione di Surbo e dlla task force contro i reati predatori istituita dalla compagnia di Lecce. Si tratta di Ciro Santese e Gianluca Leuzzi, rispettivamente 48enne già noto alle forze dell'ordine pre precedenti simili e 28enne, entrambi brindisini e ritenuti responsabili del furto di un’autovettura avvenuto lo scorso 16 giugno a Lecce.

Il provvedimento è stato emesso dal gip del Tribunale di Lecce, Giulia Proto, su richiesta del pubblico ministero Alberto Santacatterina ed è scaturito al termine di una attività d’indagine, basata su identificazioni fotografiche e sull’analisi dei filmati degli impianti di videosorveglianza installati nei pressi del luogo del furto.

LEUZZI GIANLUCA CL. 1992-2SANTESE CIRO CL. 1972-2I carabinieri della stazione di Surbo, grazie agli accertamenti tecnici, sono riusciti a risalire all’identità degli autori del reato e, tramite una telecamera posizionata, sono riusciti a risalire al casolare, nelle campagne surbine, utilizzato come luogo di stoccaggio per la neutralizzazione dei localizzatori Gps delle autovetture oggetto di furto. I due arrestati, ora condotti presso il carcere di Lecce, sono stati accusati di furto aggravato di autovettura in concorso. Ulteriori verifiche sono ancora in corso per risalire a eventuali, altri furti simili.

A Galatina

A Galatina, inoltre, i carabinieri del posto hanno arrestato un uomo, ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali, perpetrati  nei confronti della propria moglie. Al termine delle formalità rito, l’uomo è stato accompagnato nel carcere di Borgo San Nicola. Le generalità dell’arrestato sono state omesse volutamente, per non rendere riconoscibile la vittima dei violenti episodi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Auto e moto

    Cambio gomme invernali: date e normativa per il 2021

  • Cura della persona

    Manicure semipermanente fai da te senza l’uso della lampada

  • Cucina

    Cavolo verza stufato da preparare in primavera

  • Cucina

    Trippa alla pugliese, oggi pranziamo così

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento