menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il carcere di Lecce.

Il carcere di Lecce.

Fanno la spesa “gratis” nel market: prese. Altri due arresti nel Salento

In quattro sono finiti in manette, nelle ultime ore, per furti recenti e passati e per reati legati al mondo degli stupefacenti

TREPUZZI – Quattro arresti, nelle ultime ore, in provincia: due donne fermate in flagranza di reato per furto, gli altri due destinatari di misure per vecchi reati e accumulo di pena. A Trepuzzi, per cominciare, in manette sono finite Maria Iurlaro e Anna Rita Cellina, entrambe brindisine di 47 e 59 anni e note alle forze dell’ordine. I militari dell’Arma le hanno sorprese in un supermercato mentre stavano asportando generi alimentari e acolici per un totale di 150 euro. Da una successiva perquisizione personale, è "spuntata" la refurtiva nascosta nelle borse. Le due donne sono state accompagnate nel carcere leccese, al termine delle formalità di rito.

A Melissano, inoltre, i carabinieri del luogo hanno arrestato Ines Stamerra, una 29enne del posto: è destinataria di un ordine di espiazione della pena, emesso dall’Ufficio esecuzioni penali. Dalle indagini dell’Arma, è stata ritenuta responsabile di furto aggravato continuato in concorso ad Andrano, Ruffano, Melissano, Alliste e Matino. Episodi avvenuti tra il 2 e il 5 febbraio del 2018. La donna sconterà una pena di tre anni e sei mesi di reclusione nell’istituto di Borgo San Nicola.

A Lizzanello, infine, il quarto arresto. Si tratta di Bastri Caushaj, un 58enne, che dovrà espiare una pena di quattro anni e 8 mesi di reclusione. L’uomo è stato anche condannato a una multa di 42mila euro, per reati in materia di stupefacenti, commessi tra il 2015 e il 2016. Anche per lui si sono aperte le porte del carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento