Cronaca

“Ripuliscono” spogliatoi del market: 4 arresti. Nei guai anche ladro seriale d’auto

Una banda composta da individui di nazionalità georgiana fermata dai carabinieri per un furto a Guagnano. Sorte analoga per un 59enne di Melendugno

Il supermercato a Guagnano

GUAGNANO – Manette per quattro, dopo il furto in un supermercato. E’ accaduto nel primo pomeriggio di sabato, intorno alle 13,40, ai danni dell’Eurospin di Guagnano. Due cittadini georgiani, Kaba Sokadze e Catherine Rekhviashvili, si sono introdotti negli spogliatoi in uso ai dipendenti del negozio. Sono stati sorpresi da uno dei commessi mentre la coppia stava sottraendo un portafogli da un giubbotto. Scoperti, i due si sono dileguati: una volta imboccata l’uscita, sono saliti a bordo di una Renault Scenic, intestata a un loro connazionale, e sono scappati in direzione di Campi Salentina. Durante la fuga, hanno cercato di disfarsi dei portafogli rubati: dopo averli “ripuliti”, inevitabilmente, del denaro custodito all’interno. Intanto, però, la vettura è stata raggiunta dai carabinieri di Guagnano e dai vigili urbani: è stata infatti intercettata sulla statale 7Ter e fermata per una perquisizione.

Oltre a una somma di 65 euro, quella asportata dall’interno di un portafogli, i militari hanno anche rinvenuto quattro telefoni, un tablet e un personal computer provenienti probabilmente da case derubate e, di conseguenza, sottoposti immediatamente a sequestro. I quattro cittadini georgiani sono stati arrestati in flagranza di reato e, su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, accompagnati in carcere. Le indagini proseguiranno per stabilire se vi siano, da parte del gruppo, anche responsabilità relative ad altri furti, soprattutto alla luce della refurtiva scoperta nell’abitacolo. Ma non è tutto.

Sempre nella giornata di sabato, infatti, i militari dell’Arma hanno anche arrestato un altro ladro. Questa volta “specializzato” nei colpi ai danni di autovetture. Da un paio di mesi, infatti, il fenomeno dei furti di veicoli ha subito un incremento nel comune di Melendugno. Ma gli inquirenti, dopo le indagini, sono risaliti a Maurizio Scorrano, un 59enne del luogo già noto alle forze dell’ordine. Tutto è partito nella mattinata di sabato, a seguito di una segnalazione: un cittadino ha notato Scorrano che, con fare sospetto, stava forzando la serratura di un’auto parcheggiata nei pressi dell’ex centro “Regina Pacis” di San Foca.

Poco prima, inoltre, il 59enne aveva anche rotto i vetri di un’altra vettura., con l’intento di impossessarsi degli oggetti custoditi nell’abitacolo. Sul posto sono giunti i i carabinieri di Melendugno e i colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce, ma in abiti civili. Lo hanno pedinato  fino a un lido della zona. Dove è stato visto aprire altri due cofani di altrettanti mezzi. Alla vista dei militari in borghese,  è montato a bordo della propria autovettura per sfuggire al controllo, ma è stato bloccato. Durante la perquisizione, è stata rinvenuta all’interno del bagagliaio della sua auto tutta la refurtiva, poi riconsegnata ai malcapitati proprietari. Al termine delle formalità di rito, Scorrano è stato ristretto agli arresti domiciliari, in attesa del giudizio di convalida che si terrà nei prossimi giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Ripuliscono” spogliatoi del market: 4 arresti. Nei guai anche ladro seriale d’auto

LeccePrima è in caricamento