Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Melissano

Furto in un deposito e rapina in abitazione. Due melissanesi in carcere

Un 23enne e un uomo di 45 anni sono stati arrestati a seguito di un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica. Il primo è accusato di aver rubato attrezzi agricoli, il secondo risponderà di rapine, lesioni e violenza

MELISSANO – Due cittadini, entrambi di Melissano, rispettivamente di 23 e 45 anni sono  finiti  in carcere,  seguito di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura della Repubblica di Lecce. Uno dei due è stato fermato nella giornata di martedì, per fatti che risalgono al 2 aprile scorso. Simone Barbetta, è stato accompagnato a Borgo San Nicola dai carabinieri della stazione locale.

Il provvedimento è scaturito a seguito di fatti che videro Barbetta finire in arresto due mesi addietro, per furto in flagranza di reato. Fu scoperto dai militari di Melissano e Racale assieme a un 24enne del posto, anche lui noto alle forze dell’ordine. I due si erano recati ad Alliste per rubare, dal garage di un cittadino, diverse macchine ed attrezzi agricoli.barbetta-simone-2

Gli stessi non hanno fatto il conto con il sistema di video sorveglianza. Infatti a seguito dell’intervento dei militari di Racale sono stati dapprima individuati e poi segnalati ai colleghi di Melissano che avviavano immediatamente  una serrata ricerca dei due conclusasi con il loro fermo nei pressi delle rispettive abitazioni.

Nella giornata di ieri, inoltre, i militari dell’Arma melissanesi hanno anche tratto in arresto Sandro Mercurio, di 45 anni. L’uomo risponderà di  rapina aggravata, violenza privata e lesioni personali, per un episodio avvenuto lo scorso 17 febbraio. Assieme a un’altra persona, infatti, si introdusse in casa di un uomo del posto, per cercare di mettere in atto una rapina. Nel 2012, inoltre, fu anche fermato perchè trovato in possesso di droga. mercurio sandro-3

Dopo aver aggredito con calci e pugni il proprietario dell’abitazione che nel frattempo si era accorto della loro presenza in casa, Mercurio si impossessò di un pc Acer, per poi fuggire assieme al complice. La vittima fu soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata poi presso il pronto soccorso di Casarano, dove le fu riscontrato un trauma e contusioni  alla testa e alla mano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto in un deposito e rapina in abitazione. Due melissanesi in carcere

LeccePrima è in caricamento