Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Da Brindisi per rubare auto a Lecce e nelle marine: arrestati due braccianti

Al termine di un’indagine, partita nel 2019 e avviata dalla squadra mobile leccese, sono finiti in manette un 32enne pregiudicato e un 22enne

Foto di repertorio.

LECCE – Da Brindisi a Lecce, in trasferta, per rubare le auto dei salentini. In mattinata, al termine di una attività di indagine, sono scattate le manette ai polsi di due individui. Si tratta di Rocco Liuzzi, un pregiudicato 32enne e di Nicola Soleto, un 22enne incensurato, entrambi residenti nella città adriatica.  Gli agenti della squadra mobile del capoluogo salentino, al termine di accertamenti partiti nel 2019, hanno arrestato i due braccianti agricoli ritenuti responsabili di numerosi furti di vetture.

Gli episodi contestati sarebbero avvenuti nel capoluogo leccese e nelle località marine e hanno avuto una particolare "concentrazione" nel periodo compreso tra luglio 2019 e dicembre 2020. Il modus operandi era sempre lo stesso. Prevedeva innanzitutto la trasferta nel territorio leccese e, dopo aver commesso il furto, l’immediato rientro nella provincia di Brindisi. Tramite una consolidata conoscenza delle campagne del posto e quindi di casolari abbandonati,  i due ne approfittavano per nascondere  i veicoli rubati  in quelle insospettabili strutture, lontane da sguardi indiscreti.

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce e il giudice per le indagini preliminari hanno emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del 32enne, dopo aver valutato i riscontri raccolti negli anni dai poliziotti della mobile. Ai domiciliari, invece, l’indagato più giovane. Le misure sono state notificate nella mattinata di oggi dagli agenti della questura brindisina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Brindisi per rubare auto a Lecce e nelle marine: arrestati due braccianti

LeccePrima è in caricamento