Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Uno evade, l’altro espierà una pena ai domiciliari: nuovi guai per un 43enne e un 25enne

Due le misure eseguite dai carabinieri a Melissano e Ugento: il primo individuo era un sorvegliato trovato a spasso. Il secondo, arrestato per spaccio, dovrà scontare pena residua e pagare una multa di 12mila euro

I carabinieri di Melissano

MELISSANO - Sono due i provvedimenti eseguiti dai carabinieri della compagnia di Casarano nelle ultime ore: una a Melissano, l’altra ad Ugento. Nel primo caso, i militari hanno sorpreso Alessandro Leggio, un 43enne del posto, nella piazza centrale di Casarano. Ma l’uomo, sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, non doveva trovarsi lì. Avendo violato la misura preventiva in atto, è stato accompagnato in caserma.LEGGIO ALESSANDRO-2

Al termine delle formalità di rito, il 43enne è finito agli arresti domiciliari, sempre presso la sua abitazione e la misura, dunque, aggravata. Nel comune messapico, invece, gli uomini dell’Arma hanno notificato un ordine di espiazione della pena detentiva ai domiciliari nei confronti di Cristiano Cera, 25enne ugentino noto alle cronache locali. L’Ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica di Lecce, infatti, ha disposto nei confronti del ragazzo un anno e 8 mesi di reclusione presso il suo domicilio e il pagamento di una multa di 12mila euro.Cera Cristiano-3

La decisione della magistratura scaturisce da un procedimento penale che ha visto Cera colpevole del reato di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso, nel 2013. Era il mese di aprile e il ragazzo, alla guida di una Mercedes, fu trovato in possesso di circa un etto di cocaina nascosta nel mezzo nel territorio di Surbo e una somma in denaro che fu considerata provento dell’attività di spaccio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno evade, l’altro espierà una pena ai domiciliari: nuovi guai per un 43enne e un 25enne

LeccePrima è in caricamento